Categorie
Recensioni

Il porto delle nebbie

(1938) R: Marcel Carné A: Jean Gabin, Michel Simon, Michèle Morgan, Pierre Brasseur. Gabin è un disertore dell’esercito che si innamora della deliziosa Morgan, tanto da voler fuggire con lei. Un dramma forte, trionfante di lirismo e tristezza. Premiato a Venezia, è l’adattamento per il cinema del romanzo omonimo (1927) di Pierre Mac Orlan.

Categorie
Recensioni

Alba tragica

(1939) R: Marcel Carné A: Jean Gabin, Jacqueline Laurent, Arletty, Jules Berry. Dopo aver commesso un omicidio, un uomo si barrica nella sua stanza ricordando gli eventi che lo hanno portato ad uccidere. Carné, non senza la fatidica mano di Jacques Prévert alla sceneggiatura, costruisce uno dei più grandi capolavori del cinema francese di ogni tempo, doloroso ed enormemente poetico. Rifatto dagli americani nel 1947 con il titolo LA DISPERATA NOTTE.

Categorie
Recensioni

Amanti perduti

(1945) R: Marcel Carné A: Arletty, Jean-Louis Barrault, Pierre Brasseur. Girato fra Parigi e Nizza durante l’occupazione nazista, Les enfants du paradis  (questo il titolo originale) parla di una bella attrice che deve fare i conti con quattro pretendenti. Sceneggiato da Jacques Prévert, da alcuni considerato il miglior film francese di sempre, è un ritratto impietoso del rapporto arte/vita.