Categorie
Recensioni

Benvenuti a Zombieland

(2009) R: Ruben Fleischer A: Jesse Eisenberg, Emma Stone, Woody Harrelson, Abigail Breslin. Quattro umani cercano di sopravvivere in un mondo popolato da zombie. Horror da ridere dinamico, avventuroso e rinfrescante.

Categorie
Recensioni

Rampart

(2011) R: Oren Moverman A: Woody Harrelson, Ben Foster, Sigourney Weaver, Jon Bernthal, Steve Buscemi. Agente di polizia di Los Angeles dai metodi brutali viene messo al centro di una spinosa indagine dopo che delle telecamere lo riprendono mentre picchia un sospettato. Non potrete sfuggire alla cattura da parte di un ferino Harrelson in sensazionale stato di forma.

Categorie
Recensioni

ED tv

(1999) R: Ron Howard A: Matthew McConaughey, Jenna Elfman, Woody Harrelson. Per alzare gli indici d’ascolto la direttrice di una televisione si inventa un reality. Nulla di straordinario, ma fa sorridere e offre una prestazione bella tonica del duo McConaughey/Harrelson. Bon Jovi scrive la colonna sonora.

Categorie
Recensioni

Sesso & potere

(1997) R: Barry Levinson A: Dustin Hoffman, Robert De Niro, Anne Heche, Woody Harrelson. Da un romanzo di Larry Beinhart intitolato American Hero che racconta di uno scandalo sessuale riguardante il presidente americano nasce l’ottimo lavoro di Levinson, vivace e deliziosamente satirico, attraversato da delle performance eccellenti.

Categorie
Recensioni

Tre manifesti a Ebbing, Missouri

(2017) R: Martin McDonagh A: Frances McDormand, Woody Harrelson, Sam Rockwell, Caleb Landry. Una madre (McDormand) sfida le autorità locali affinché risolvano il caso dell’omicidio di sua figlia. Mélange sapiente di umoristico e tragico, superbamente recitato da un cast sensazionale tra cui F. McDormand e S. Rockwell che vinsero un Oscar a testa.

Categorie
Recensioni

Il castello di vetro

(2017) R: Destin Daniel Cretton A: Brie Larson, Woody Harrelson, Naomi Watts, Ella Anderson. Dramma ancorché difettoso ma certamente ammaliante sulla vita errabonda e disagiata di due genitori disfunzionali e i loro 4 ragazzini. La storia è vera, com’è vero il carisma di Harrelson che si mangia la parte sputandoci fuori una figura genitoriale tanto egra quanto emotivamente suadente.

Categorie
Recensioni

Sette psicopatici

(2012) R: Martin McDonagh A:  Colin Farrell, Woody Harrelson, Sam Rockwell, Christopher Walken. Sublime scemata che gira intorno allo scrittore Farrell che per finire la sceneggiatura del suo film dal titolo 7 psicopatici trae ispirazione da una serie di storie balorde che gli succedono intorno. Metacinema agghindato da commedia nera piuttosto bislacca, ricca di risate e dialoghi sghembi, condotta da una superba equipe di attori da farti passare 110 minuti di puro godimento.

Categorie
Recensioni

Proposta indecente

(1993) R: Adrian Lyne A: Robert Redford, Demi Moore, Woody Harrelson. Basato sull’omonimo romanzo di Jack Engelhard, donna sposata (Moore) accetta di fare sesso con un altro uomo per… 1.000.000 di dollari! Il regista di NOVE SETTIMANE E MEZZO fa tutto inverosimile, se però ci aggiungiamo il fisico di D. Moore, bei dialoghi e il consenso del pubblico otteniamo una decenza con lode.

Categorie
Recensioni

Larry Flynt – Oltre lo scandalo

(1996) R: Milos Forman A: Woody Harrelson, Courtney Love, Edward Norton. Harrelson e’ un vivace editore di riviste pornografiche che si fa paladino della libertà di parola. Sincero e appassionante, colpisce il suo significato non recondito e un cast incredibilmente credibile. Da una storia vera.

Categorie
Recensioni

La sottile linea rossa

(1998) R: Terrence Malick A: Jim Caviezel, Sean Penn, Nick Nolte, Adrien Brody, Ben Chaplin, Elias Koteas, George Clooney, Jared Leto, John C. Reilly, John Cusack, John Travolta, Woody Harrelson. Dal romanzo omonimo, è un film più precisamente non di guerra ma sulla guerra, con l’obiettivo puntato verso il desolante vuoto che essa lascia nell’animo umano. Lungo e impervio, ha una compagine attoriale strapiena di “stelle” e una potenza visiva che supera ogni imperfezione.