Categorie
Recensioni

Piume di struzzo

(1996) R: Mike Nichols A: Robin Williams, Nathan Lane, Gene Hackman, Dianne Wiest. Bel rifacimento, superbo nel cast e sferzante nei dialoghi, de IL VIZIETTO (1978) su una coppia di omosessuali costretti a fingersi etero per salvare un matrimonio. Candidatura agli Oscar per la scenografia.

Categorie
Recensioni

Il colpo

(2001) R: David Mamet A: Gene Hackman, Rebecca Pidgeon, Danny DeVito, Delroy Lindo. Heist movie assolutamente da non mancare su uno scafato ladro di gioielli alle prese con un colpo da maestro. Se qualcuno dubitasse del fatto che G. Hackman sia un mostro della recitazione si veda questo film!

Categorie
Recensioni

Potere assoluto

(1997) R: Clint Eastwood A: Clint Eastwood, Gene Hackman, Ed Harris, Laura Linney. Ladro professionista si introduce nella casa di un riccone per svaligiarla e diventa suo malgrado testimone di un omicidio. Eastwood sa trasformare un thriller che avrebbe potuto tutto sommato passare inosservato in un gran pezzo di cinema nervoso e avvincente, diretto magistralmente (da lui) e recitato come poche altre volte (sempre da lui). Basato su un romanzo.

Categorie
Recensioni

Nemico pubblico

(1998) R: Tony Scott A: Will Smith, Gene Hackman, Jon Voight, Lisa Bonet. Thriller intrattenente e calibratamente narrato che racconta di un avvocato (Smith) il quale entra in possesso di un video scottante su un alto dirigente degli apparati di sicurezza americani.

Categorie
Recensioni

The Mexican – Amore senza la sicura

(2001) R: Gore Verbinski A: Brad Pitt, Julia Roberts, James Gandolfini, J.K. Simmons, Gene Hackman. Gaglioffo della mala viene incaricato dal suo capo di andare in Messico a recuperare una pistola d’epoca sulla quale aleggia una maledizione. Non è certo un filmone ma lo charme delle sue “stelle” e i dialoghi succulenti fra la Roberts e Gandolfini costituiscono un motivo più che sufficiente per vederlo.

Categorie
Recensioni

La giuria

(2003) R: Gary Fleder A: John Cusack, Rachel Weisz, Gene Hackman, Dustin Hoffman. Dall’omonimo romanzo di Grisham, thriller legale pieno di ottime star, poco plausibile ma accattivante, su una vedova che intenta una causa contro un’azienda produttrice di armi poiché la ritiene responsabile della morte del marito.

Categorie
Recensioni

Behind Enemy Lines – Dietro le linee nemiche

(2001) R: John Moore A: Gene Hackman, Owen Wilson, Gabriel Macht, Charles Malik Whitfield. Pilota militare americano abbattuto in Bosnia si ritrova dietro le linee nemiche e sono dolori. Bel divertimento, eccitante e spericolato.

Categorie
Recensioni

Superman

(1978) R: Richard Donner A: Christopher Reeve, Margot Kidder, Gene Hackman, Marlon Brando. Accorato tributo a un personaggio mitologico (forse il più mitologico) dei fumetti, pieno di azione e romanticismo fantascientifico. Indimenticabile la performance di Reeve che fa Superman. Ebbe l’Oscar per i migliori effetti speciali.

Categorie
Recensioni

I Tenenbaum

(2001) R: Wes Anderson A: Gene Hackman, Gwyneth Paltrow, Anjelica Huston, Ben Stiller. Film commedioso per grandi, superdotato di cast, che racconta di una bizzarra famiglia di (ex) geni che si separa e che dopo anni si ritrova per varie ragioni sotto lo stesso tetto. Frizzante, ipercromatico, e pieno di fantasia ben riposta, fa ridere preservando purtuttavia una rara acutezza psicanalitica.

Categorie
Recensioni

Mississippi Burning – Le radici dell’odio

(1988) R: Alan Parker A: Gene Hackman, Willem Dafoe, Frances McDormand. Gli agenti federali Hackman/Dafoe in tandem vengono spediti in Mississippi ad investigare sulla sparizione di tre attivisti neri per i diritti civili. Basato su una storia vera, è un film potente che nemmeno un pizzico di retorica inficia dall’essere una nitida ricostruzione spazio-tempo degli eventi. Oscar alla fotografia suggestiva di Peter Biziou.