Categorie
Recensioni

Una calibro 20 per lo specialista

(1974) R: Michael Cimino A: Clint Eastwood, Jeff Bridges, George Kennedy, Geoffrey Lewis, Catherine Bach. Il ladro di banche Eastwood fa comunella con lo sbarellato Bridges per recuperare un vecchio bottino nascosto. Un “criminali on the road” simpatico, appassionante e con una recitazione da lodi. Prima direzione di film per Cimino.

Categorie
Recensioni

Fino a prova contraria

(1999) R: Clint Eastwood A: Clint Eastwood, Isaiah Washington, LisaGay Hamilton, James Woods. Il giornalista Eastwood (con la voce del solito grande Kalamera) è sobrio da mesi quando riceve l’incarico di scrivere un pezzo su un condannato a morte che gli appare ben presto innocente. Non fra i migliori film di Eastwood ma FINO A PROVA CONTRARIA è fino a prova contraria un film “alla Eastwood”, lirico, fascinoso, potente. Ah, nei titoli di coda canzone scritta da lui!

Categorie
Recensioni

Potere assoluto

(1997) R: Clint Eastwood A: Clint Eastwood, Gene Hackman, Ed Harris, Laura Linney. Ladro professionista si introduce nella casa di un riccone per svaligiarla e diventa suo malgrado testimone di un omicidio. Eastwood sa trasformare un thriller che avrebbe potuto tutto sommato passare inosservato in un gran pezzo di cinema nervoso e avvincente, diretto magistralmente (da lui) e recitato come poche altre volte (sempre da lui). Basato su un romanzo.

Categorie
Recensioni

Sully

(2016) R: Clint Eastwood A: Tom Hanks, Aaron Eckhart, Laura Linney, Valerie Mahaffey. Hanks è un pilota esperto che grazie a un incredibile atterraggio di emergenza nel fiume Hudson salva numerose vite. Nonostante questo gesto è costretto ad affrontare una commissione d’inchiesta che deve far luce sul suo operato. Da una storia vera, commovente e magistrale ritratto fatto con tutti i crismi di un eroe quotidiano. T. Hanks ne dà una rappresentazione talmente fervida che, se non lo è già, diventerà sicuramente il vostro attore preferito.

Categorie
Recensioni

Impiccalo più in alto

(1968) R: Ted Post A: Clint Eastwood, Inger Stevens, Pat Hingle, Ed Begley. Ingiustamente accusato di furto di bestiame, il mandriano Eastwood sopravvive al linciaggio ma una volta diventato sceriffo decide di vendicarsi. Western non eccezionale con una interpretazione eccezionale di C. Eastwood.

Categorie
Recensioni

Space Cowboys

(2000) R: Clint Eastwood A: Clint Eastwood, Tommy Lee Jones, Donald Sutherland, James Garner. Quattro vecchi astronauti della NASA vengono richiamati in servizio quando un satellite in avaria rischia di precipitare sulla terra. Effettistica sopraffina e interazioni attoriali di primissimo livello rendono questo film molto meritevole di visione.

Categorie
Recensioni

Invictus – L’invincibile

(2009) R: Clint Eastwood A: Morgan Freeman, Matt Damon, Tony Kgoroge, Patrick Mofokeng. Sudafrica post apartheid : Mandela e il capitano della nazionale di rugby uniscono le loro forze per aiutare il paese a rinascere grazie allo sport. Dramma possente e stimolante, spinto con mano salda da Eastwood. Freeman e Damon offrono un autentico spettacolo attoriale. Ispirato a una storia vera.

Categorie
Recensioni

Jersey Boys

(2014) R: Clint Eastwood A: John Lloyd Young, Erich Bergen, Michael Lomenda, Vincent Piazza. Storia vera del mitico gruppo rock anni ’60 The Four Seasons. Biofilm musicale malinconico ed eccitante, meticolosamente ambientato e perfettamente raccontato da quell’impeccabile narratore di Eastwood.

Categorie
Recensioni

American Sniper

(2014) R: Clint Eastwood A: Bradley Cooper, Sienna Miller, Kyle Gallner, Cole Konis. Magistrale film biografico su Chris Kyle, celebre cecchino dei Navy Seal. E’ un’opera intrisa di eroismo, poetica e sincera, fra le migliori della vasta produzione eastwoodiana. B. Cooper fornisce probabilmente la prestazione più incredibile e sofferta della sua carriera. Oscar per il miglior montaggio sonoro.

Categorie
Recensioni

J. Edgar

(2011) R: Clint Eastwood A: Leonardo DiCaprio, Armie Hammer, Naomi Watts, Josh Hamilton. Storia vera di John Edgar Hoover, storico direttore dell’FBI. Si sonnecchia qua e là, questo è vero, ma il livello di realizzazione non si discute e la forza della recitazione dicapriana rende la pellicola ampiamente fascinosa.