Categorie
Recensioni

Lincoln

(2012) R: Steven Spielberg A: Daniel Day-Lewis, Sally Field, David Strathairn, Joseph Gordon-Levitt. Biofilm che racconta gli ultimi mesi di vita del presidente americano Abraham Lincoln alle prese con l’abolizione della schiavitù. Pellicola logorroica e dettagliatissima, a tratti discretamente noiosa ma prepotentemente trascinata da una prestazione titanica di Day-Lewis, che vinse ovviamente l’Oscar.

Categorie
Recensioni

A. I. Intelligenza Artificiale

(2001) R: Steven Spielberg A: Haley Joel Osment, Jude Law, Frances O’Connor, Sam Robards. Ragazzino robotico vuole diventare “vero” per riconquistare l’amore della madre umana. Impasto ben dosato di 100% fantascienza e burrosi sentimentalismi pinocchieschi. In una parola, un film… gustosissimo!

Categorie
Recensioni

Hook – Capitan Uncino

(1991) R: Steven Spielberg A: Dustin Hoffman, Robin Williams, Julia Roberts, Bob Hoskins. Quando Capitan Uncino gli rapisce i figli, Peter Pan divenuto avvocato di successo sfida ancora una volta il suo vecchio nemico. Sentimentalismo a vagonate e set impressivi popolati da un cast perfetto, a partire da Williams nei panni di Peter Pan che mette dentro al personaggio tutta la sua straordinaria sensibilità.

Categorie
Recensioni

Gremlins

(1984) R:  Joe Dante A: Zach Galligan, Phoebe Cates, Hoyt Axton, John Louie. Questo film su degli strambi mostriciattoli pelosi riscosse un incredibile successo di pubblico e critica tanto da essere considerato un caposaldo del cinema ottantesco, grazie all’abile pot-pourri di generi messo in campo, dall’horror al fantastico passando per la commedia. Sceneggiato da Chris Columbus, fu prodotto da uno che di mostriciattoli se ne intende… Steven Spielberg.

Categorie
Recensioni

Munich

(2005) R: Steven Spielberg A: Eric Bana, Daniel Craig, Marie-Josée Croze. Basato su una storia vera, agente del Mossad e la sua squadra danno la caccia a dei terroristi palestinesi responsabili dell’uccisione di 11 atleti israeliani durante le olimpiadi di Monaco del 1972. Avvincente, potrebbe sembrare retoricamente spostato verso le ragioni di Israele, in realtà c’è un buon bilanciamento fra sete di giustizia e pericoloso innesco di meccanismi di rappresaglia.

Categorie
Recensioni

Minority Report

(2002) R: Steven Spielberg A: Tom Cruise, Colin Farrell, Samantha Morton. L’accoppiata Spielberg/Cruise puzza di grandiosità e in effetti tutto è grandioso in questo thriller proiettato in un futuro in cui si riescono a prevedere i delitti prima che avvengano. A colpi di ragni robotici e travolgenti coreografie si arriva in fondo al film in un incredibile stato di eccitazione. Liberamente ispirato all’omonimo racconto di fantascienza di Philip K. Dick.

Categorie
Recensioni

Prova a prendermi

(2002) R: Steven Spielberg A: Leonardo DiCaprio, Tom Hanks, Christopher Walken. Un carismatico DiCaprio è Frank Abagnale, grande impostore ricercato dall’FBI. Adattamento di un romanzo autobiografico, bella storia raccontata con ritmo e spigliatezza da uno che conosce piuttosto bene l’arte dell’intrattenere.

Categorie
Recensioni

Lo Squalo

(1975) R: Steven Spielberg A: Roy Scheider, Robert Shaw, Richard Dreyfuss. Dal romanzo di Peter Benchley, squalo approda su una spiaggia americana e sono dolori. Spielberg, consacrato proprio da questa pellicola, prende lo spettatore e lo dà letteralmente in pasto ai pesci. Sequenze in mare ad altissima tensione, non entrerete in acqua per un bel po’ dopo averlo visto. 3 Oscar, 3 seguiti.

Categorie
Recensioni

The Terminal

(2004) R: Steven Spielberg A: Tom Hanks, Catherine Zeta-Jones, Stanley Tucci. Il bravo Hanks è un immigrato dell’est bloccato all’aeroporto JFK di New York, sarà costretto a prendervi temporanea dimora. Commedia di grande piacevolezza e con un gran finale. Il sodalizio Hanks/Spielberg (SALVATE IL SOLDATO RYAN, PROVA E PRENDERMI) dà sempre i suoi frutti.

Categorie
Recensioni

I predatori dell’arca perduta

(1981) R: Steven Spielberg A: Harrison Ford, Karen Allen, Paul Freeman. Ford e’ Indiana Jones, archeologo (nonché personaggio fra i più famosi del cinema) assoldato dal governo americano per trovare l’Arca dell’Alleanza prima dei nazisti. Peripezie, umorismo e mistero tutto in uno, è il primo capitolo di un arcinoto franchise.