Categorie
Recensioni

The Orphanage

(2007) R: J.A. Bayona A: Belén Rueda, Fernando Cayo, Roger Príncep. La Rueda (eccellente!), memore dei suoi trascorsi in un vecchio orfanotrofio ora abbandonato, decide di riaprirlo e stabilirvisi assieme al marito e al figlio adottivo. Finché il piccolo non comincia a comunicare con degli amichetti invisibili. Horror di classe, girato magnificamente, che atterrisce senza versare un solo goccio di sangue e in grado perfino di commuovere. Produttore: Guillermo del Toro.

Categorie
Recensioni

Bande à part

(1964) R: Jean-Luc Godard A: Anna Karina, Sami Frey, Claude Brasseur, Danièle Girard, Louisa Colpeyn. Tre pelandroni cinefili pianificano una rapina ad imitazione degli eroi negativi che vedono nei film. Estroso e attraente, un film da non poter evitare.

Categorie
Recensioni

World War Z

(2013) R: Marc Forster A: Brad Pitt, Mireille Enos, Daniella Kertesz. Pitt interpreta (bene) e produce questa pellicola disastrofica tratta da un romanzo di Max Brooks. Parla di un ex funzionario delle Nazioni Unite richiamato in servizio per fermare una epidemia che trasforma la gente in zombie. Debitamente intrattenitivo.

Categorie
Recensioni

The Specials

(2019) R: Olivier Nakache, Éric Toledano A: Vincent Cassel, Reda Kateb, Hélène Vincent, Bryan Mialoundama. Piccolo film dalla grande valenza sentimental-umanitaria, ancorato a una prestazione equilibrata e fortemente incisiva di Cassel nella parte di uno che assiste i ragazzi autistici. Bello, un grammo di emozione in più lo avrebbe reso bellissimo.

Categorie
Recensioni

Little Boy

(2015) R: Alejandro Monteverde A: Jakob Salvati, Emily Watson, David Henrie, Michael Rapaport. Piccolo grande film, stimolante e che spinge alla speranza, su un ragazzino in crisi dopo che il padre è dovuto partire per il fronte.

Categorie
Recensioni

Goksung – La presenza del diavolo

(2016) R: Na Hong-jin A: Jun Kunimura, Hwang Jung-min, Kwak Do-won. Poderoso horror metempirico di atmosfera bellamente fosca che mostra una serie di efferati delitti commessi in un villaggio coreano, secondo i locali attribuibili a un giapponese con poteri soprannaturali giunto da poco in paese.

Categorie
Recensioni

Alice nelle città

(1974) R: Wim Wenders A: Yella Rottländer, Rüdiger Vogler, Lisa Kreuzer, Edda Köchl. Superba e toccante descrizione bianco e nera del rapporto fra un giornalista teutonico e una ragazzina lasciata alle sue cure.

Categorie
Recensioni

Ai nostri amori

(1983) R: Maurice Pialat A: Sandrine Bonnaire, Maurice Pialat, Christophe Odent. Storia travagliata di una ragazzina quindicenne alla disperata ricerca di sé. Incisivo dramma familiare che parla con lodevole intensità di disagio, rabbia adolescenziale e amori promiscui.

Categorie
Recensioni

Vivere

(1952) R: Akira Kurosawa A: Takashi Shimura, Nobuo Kaneko, Shin’ichi Himori, Haruo Tanaka. Scopertosi malato terminale di cancro, un uomo cerca di rendere più significativi possibile i suoi ultimi giorni di vita. Un capolavoro intimo e penetrante da uno fra i più grandi maestri di cinema.

Categorie
Recensioni

Viaggio in Italia

(1954) R: Roberto Rossellini A: Ingrid Bergman, George Sanders, Maria Mauban. Coppia in crisi (Bergman/Sanders) cerca di rimettere in piedi la relazione viaggiando per l’Italia. Accolto malissimo all’uscita, fu doverosamente rivalutato negli anni in quanto pellicola alla quale attribuire un senso di grandezza e delicatezza difficilmente pareggiabili.