Categorie
Recensioni

Stati di allucinazione

(1980) R: Ken Russell A: William Hurt, Blair Brown, Bob Balaban, Charles Haid. Uno scienziato (Hurt) effettua su sé stesso degli esperimenti per poter accedere a delle esperienze extrasensoriali. Film orroristico delirante e spaventoso, offre un’esperienza ad alta intensità. Delizioso il cameo di Drew Barrymore ancora fanciulla.

Categorie
Recensioni

Michael

(1996) R: Nora Ephron A: John Travolta, Andie MacDowell, William Hurt, Bob Hoskins. Il carismatico Travolta è la cosa migliore di questa favoletta che si guarda volentieri su un angelo un po’ bizzarro che fuma e beve, ma che sa fare all’occorrenza anche miracoli.

Categorie
Recensioni

Era mio figlio

(2019) R: Todd Robinson A: Sebastian Stan, Christopher Plummer, William Hurt, Ed Harris, Samuel L. Jackson. Un cielo ammantato di “stelle” sovrasta questo lirico ed emozionante bio-film su un aviatore eroe della guerra del Vietnam.

Categorie
Recensioni

The Village

(2004) R: M. Night Shyamalan A: Joaquin Phoenix, Sigourney Weaver, William Hurt, Adrien Brody. Covington è un villaggio circondato da una foresta maledetta, a un certo punto il prode Lucius (Phoenix) decide di attraversarla. Shyamalan maestro di suggestione gioca abilmente col soprannaturale innestandolo bene sopra un impianto da film di mistero, con un sottotesto nemmeno troppo celato di critica sociale.

Categorie
Recensioni

Brivido caldo

TOP (1981) R: Lawrence Kasdan A: William Hurt, Kathleen Turner, Richard Crenna, Mickey Rourke. Due amanti cercano di uccidere il marito di lei (cfr. LA FIAMMA DEL PECCATO di Billy Wilder). Niente di nuovo sul fronte del noir, ma c’è tanta forsennata passione e la bionda Turner è da lustrarsi gli occhi.