Categorie
Recensioni

The Tree of Life

(2011) R: Terrence Malick A: Brad Pitt, Sean Penn, Jessica Chastain, Hunter McCracken. Storia di una famiglia texana degli anni ’50 vista attraverso l’evoluzione della vita del figlio maggiore. Film lungo e tortuoso, offre cionondimeno una esperienza visiva sconvolgente. Qualcuno potrà trovarlo eccessivamente pretenzioso, e potrebbe non avere tutti i torti, ma nemmeno tutte le ragioni. Palma d’oro a Cannes.

Categorie
Recensioni

Prima che sia notte

(2000) R: Julian Schnabel A: Javier Bardem, Johnny Depp, Olatz López Garmendia, Giovani Florido, Sean Penn. Storia vera di un romanziere cubano omosessuale (Bardem) che decide di fuggire dal regime oppressivo di Castro alla volta degli USA. Biofilm confezionato eccellentemente, dai toni duri e avvincenti, che contiene una esibizione a dir poco spettacolare di Javier Bardem. Leone d’argento e miglior interpretazione maschile all’attore spagnolo al Festival di Venezia.

Categorie
Recensioni

Il professore e il pazzo

(2019) R: Farhad Safinia A: Mel Gibson, Sean Penn, Eddie Marsan, Natalie Dormer. Storia della nascita del primo dizionario di inglese, prodotto della collaborazione fra un accademico (Gibson) e un ex medico fuori di testa (Penn). “Ah che film” direte al termine della visione di questo cinepezzo vero, assillatorio e di straordinario coinvolgimento, debitore delle interpretazioni fremebonde di due autentici giganti dell’attorialità.

Categorie
Recensioni

Tropic Thunder

(2008) R: Ben Stiller A: Ben Stiller, Jack Black, Robert Downey Jr., Jeff Kahn, Nick Nolte, Tom Cruise, Sean Penn, Matthew McConaughey. Gigantesca e divertentissima presa per i fondelli dello star system hollywoodiano: alcuni vanagloriosi attori di un film di guerra sono costretti a diventare realmente i soldati che stanno interpretando. Letteralmente una esplosione fortissima di buffoneria, innescata da un manipolo di attori e cameisti da far invidia al mondo.

Categorie
Recensioni

A distanza ravvicinata

(1986) R: James Foley A: Sean Penn, Christopher Walken, Mary Stuart Masterson, Chris Penn. Storia vera di due fratelli (i Penn, fratelli anche nella realtà) attratti dalla vita criminosa del loro padre (Walken). Pellicola fosca, molto tragica e per nulla consolatoria, consolano tuttavia le prestazioni viscerali di Sean Penn e Walken.

Categorie
Recensioni

The Interpreter

(2005) R: Sydney Pollack A: Nicole Kidman, Sean Penn, Catherine Keener, Jesper Christensen. Kidman è un’interprete delle Nazioni Unite che un giorno sente per caso una conversazione telefonica contenente delle minacce di morte contro un capo di stato africano. Per quanto la trama sia discretamente insensata, il thriller è intrigante quanto le performance delle star coinvolte.

Categorie
Recensioni

La promessa

(2001) R: Sean Penn A: Jack Nicholson, Benicio Del Toro, Patricia Clarkson. Poliziotto quasi alla pensione decide di occuparsi del caso di omicidio di una bambina. Giallo di spessore diretto da Penn, sempre convincente anche in fase di regia, trascinato da un sensazionale Nicholson che una volta tanto non gigiona.

Categorie
Recensioni

Non siamo angeli

(1989) R: Neil Jordan A: Robert De Niro, Sean Penn, Demi Moore. Due evasi (Penn/De Niro) si fingono preti per sfuggire alla cattura. Pellicola di divertimento balordo ma piacevole, totalmente appoggiata sulla coppia d’assi Penn attraente pure con la veste e De Niro che fa smorfie a rotta di collo.

Categorie
Recensioni

Mystic River

(2003) R: Clint Eastwood A: Sean Penn, Tim Robbins, Kevin Bacon. Thriller psicologico su tre amici d’infanzia che si ritrovano per caso dopo anni quando a uno di loro viene ammazzata la figlia. Tratto da un romanzo di Dennis Lehane dal titolo LA MORTE NON DIMENTICA, capolavoro di umanità e poesia lavorato da Eastwood con le mani di un sarto. Le interpretazioni di Penn/Robbins sono da knock out, non poterono che valere l’Oscar ad entrambi.

Categorie
Recensioni

She’s so lovely – Cosi carina

(1997) R: Nick Cassavetes A: Sean Penn, Robin Wright, John Travolta, James Gandolfini. Da uno script mai realizzato di John padre del regista, Penn marito violento di Wright viene internato in manicomio ma tornerà dalla moglie che nel frattempo si è ri-sposata con Travolta. Con tanti saluti dalla fam. Cassavetes, una simpatica commedia nera dal prezioso trittico attorale.