Categorie
Recensioni

I fratelli Sisters

(2018) R: Jacques Audiard A: John C. Reilly, Joaquin Phoenix, Jake Gyllenhaal, Riz Ahmed. Sul finire dell’Ottocento, due fratelli assassini compiono un viaggio verso l’Oregon che metterà a dura prova il loro legame. Da un romanzo, è un rinfrescamento curioso, violento e appagante del genere western dove spiccano due succulente prestazioni di Reilly e Phoenix.

Categorie
Recensioni

Joker

(2019) R: Todd Phillips A: Joaquin Phoenix, Robert De Niro, Zazie Beetz, Frances Conroy. Esplorazione cinica ed eccessivamente agghiacciante di uno dei “cattivi” più famosi della storia. Il vero (e anche unico) motivo per vederlo è la prestazione da knock out di Phoenix. Tanti i riconoscimenti, fra di essi 2 Oscar di cui uno ovviamente a Joaquin Phoenix, e Leone d’Oro come miglior film a Venezia.

Categorie
Recensioni

Vizio di forma

(2014) R: Paul Thomas Anderson A: Joaquin Phoenix, Josh Brolin, Owen Wilson, Katherine Waterston. Los Angeles anni 70: donna chiede aiuto al detective tossico Phoenix per sventare un complotto contro il suo amante miliardario. Noir psichedelico dove è meno importante capire cosa succede che gustarsi ogni singolo aspetto di esso, dalla fotografia, ai costumi, fino alla recitazione. Tratto dall’omonimo romanzo di Thomas Pynchon.

Categorie
Recensioni

Irrational Man

(2015) R: Woody Allen A: Joaquin Phoenix, Emma Stone, Parker Posey, Joe Stapleton. Phoenix è un tormentato professore di filosofia che ha una relazione con la studentessa Stone e che a un certo punto commette un atto, come dire… irrazionale! Thriller esistenzialista impiantato su un telaio da simil commedia, di buona resa. Phoenix sprofonda nel ruolo, Stone per quanto convincente, non indispensabile.

Categorie
Recensioni

I padroni della notte

(2007) R: James Gray A: Joaquin Phoenix, Mark Wahlberg, Robert Duvall, Eva Mendes. Due fratelli (Phoenix/Wahlberg) uno gestore di night l’altro poliziotto, vogliono vendicare il padre ucciso dalla mafia russa. Thriller piuttosto tipico ma trascinante, con un cast di pesi massimi.

Categorie
Recensioni

The Village

(2004) R: M. Night Shyamalan A: Joaquin Phoenix, Sigourney Weaver, William Hurt, Adrien Brody. Covington è un villaggio circondato da una foresta maledetta, a un certo punto il prode Lucius (Phoenix) decide di attraversarla. Shyamalan maestro di suggestione gioca abilmente col soprannaturale innestandolo bene sopra un impianto da film di mistero, con un sottotesto nemmeno troppo celato di critica sociale.

Categorie
Recensioni

Quando l’amore brucia l’anima

(2005) R: James Mangold A: Joaquin Phoenix, Reese Witherspoon, Ginnifer Goodwin. Storia del cantautore americano Johnny Cash, dagli esordi fino al memorabile concerto nel penitenziario di Folsom. Biofilm dalla traiettoria precisa e amabile, la Witherspoon, che vinse l’Oscar, e’ intensissima , mentre Phoenix ingobbito e tormentato letteralmente sprofonda nel ruolo.

Categorie
Recensioni

Two Lovers

(2008) R: James Gray A: Joaquin Phoenix, Gwyneth Paltrow, Vinessa Shaw. Phoenix bello e perdente non sa se sposare l’amabile Shaw o inseguire in eterno la volubile Paltrow. Pellicola vivida, autentica, con una line-up di attori perfettamente calati nei rispettivi ruoli. L’amore a volte è più male che miele.

Categorie
Recensioni

Il gladiatore

(2000) R: Ridley Scott A: Russell Crowe, Joaquin Phoenix, Connie Nielsen. Massimo e’ un generale dell’Impero romano tradito che per vendicarsi diventa gladiatore. Miglior Crowe di sempre padroneggia una pellicola che è uno spettacolo mastodontico. 5 premi Oscar, fra cui uno come miglior film e uno per il miglior attore protagonista a Russell Crowe.

Categorie
Recensioni

Lei

(2013) R: Spike Jonze A: Joaquin Phoenix, Scarlett Johansson, Amy Adams. Avveniristica storia d’amore fra uno scrittore baffuto e un sistema operativo. Il tema sono le relazioni umane e l’incomunicabilità tra le persone, la messinscena è un dramma di grande atmosfera. La Johansson sensuale anche quando doppia un computer, Phoenix è un attore che può fare tutto… e tutto bene! Oscar alla miglior sceneggiatura originale.