Categorie
Recensioni

Insoliti criminali

(1996) R: Kevin Spacey A: Matt Dillon, Faye Dunaway, Gary Sinise, William Fichtner. Spacey debutta bene nella regia con un dramma efficace su tre furfanti che scappano da un colpo andato male prendendo in ostaggio i clienti di un bar. La bella prestazione di Dillon gli facilita il compito.

Categorie
Recensioni

The Art of the Steal – L’arte del furto

(2013) R: Jonathan Sobol A: Kurt Russell, Matt Dillon, Jay Baruchel, Katheryn Winnick. Temerario biker accetta di aiutare suo fratello a rubare un libro dal valore inestimabile. Commedia gialla discretamente stereotipata ma il cast ne giustifica ampiamente la visione.

Categorie
Recensioni

Da morire

(1995) R: Gus Van Sant A: Nicole Kidman, Matt Dillon, Joaquin Phoenix, Casey Affleck. Sposina avvenente e sognatrice assolda un liceale per ammazzare il marito che minaccia di intralciare la sua ambizione di diventare una star della tv. Commedia nera intelligente, tagliente e ben interpretata da un cast bravo da morire (Golden globe come migliore attrice alla Kidman).

Categorie
Recensioni

Sex Crimes – Giochi pericolosi

(1998) R: John McNaughton A: Kevin Bacon, Neve Campbell, Matt Dillon, Denise Richards. Storia di un insegnante di liceo (Dillon) accusato di avere stuprato due allieve. Erothriller sciocco ma sufficientemente salace da invitare alla visione.

Categorie
Recensioni

Giovani guerrieri

(1979) R: Jonathan Kaplan A: Matt Dillon, Michael Eric Kramer, Pamela Ludwig, Vincent Spano. Una decisamente appassionante pellicola sul ribellismo giovanile, con un Dillon (al debutto) carismatico e travagliato. Ottimo l’impianto musicale rock.

Categorie
Recensioni

La casa di Jack

(2018) R: Lars von Trier A: Matt Dillon, Bruno Ganz, Uma Thurman, Siobhan Fallon Hogan. Trier non ce la fa proprio a scrivere film facili, e non si smentisce nemmeno nel caso di questo tanto repellente quanto affascinante thriller con tonalità orroristiche su uno squinternato assassino periodico (un Matt Dillon come non lo avete mai visto) che racconta i suoi ammazzamenti meticolosamente organizzati. Una bella prova di coraggio per lo spettatore ma che alla fine potrebbe perfino pagare.

Categorie
Recensioni

Capone

(2020) R: Josh Trank A: Tom Hardy, Linda Cardellini, Matt Dillon, Al Sapienza. Tom Hardy è la cosa che più si avvicina a Marlon Brando, ed è solo grazie a lui se questo film obnubilato e inconcludente sull’ultimo periodo della vita di Al Capone non affonda. Una performance capolavoriale assolutamente da non perdere.

Categorie
Recensioni

I ragazzi della 56a strada

(1983) R: Francis Ford Coppola A: Matt Dillon, Tom Cruise, Patrick Swayze, Ralph Macchio, Rob Lowe, Emilio Estevez, C. Thomas Howell. A Tulsa in Oklahoma due bande rivali si dividono il territorio ma l’equilibrio dura poco. Dal bestseller omonimo di S. E. Hinton, appassionato melodramma urbano sul disagio giovanile con un cast di nobili promesse (mantenute) del cinema mondiale.

Categorie
Recensioni

Rusty il selvaggio

(1983) R: Francis Ford Coppola A: Matt Dillon, Mickey Rourke, Dennis Hopper. Dal romanzo di S. E. Hinton, adolescente alienato (Dillon) vive all’ombra del fratello maggiore (Rourke). Come lo definì lo stesso Coppola, “art film for teenagers”. Quasi interamente in b/n, intenso, intimista fin troppo, un racconto appassionato che appassiona, con le musiche suggestive di Stewart Copeland ex batterista dei Police.

Categorie
Recensioni

Drugstore Cowboy

(1989) R: Gus Van Sant A: Matt Dillon, Kelly Lynch, James LeGros. Due tossici rapinano farmacie per mantenere le loro “sane” abitudini. Van Sant descrive abilmente sospendendo totalmente il giudizio, e Dillon fobico dei cappelli e’ un credibilissimo sbandato.