Categorie
Recensioni

Da morire

(1995) R: Gus Van Sant A: Nicole Kidman, Matt Dillon, Joaquin Phoenix, Casey Affleck. Sposina avvenente e sognatrice assolda un liceale per ammazzare il marito che minaccia di intralciare la sua ambizione di diventare una star della tv. Commedia nera intelligente, tagliente e ben interpretata da un cast bravo da morire (Golden globe come migliore attrice alla Kidman).

Categorie
Recensioni

Don’t worry

(2018) R: Gus Van Sant A: Joaquin Phoenix, Jonah Hill, Rooney Mara, Jack Black. Pregevole bio-film sul disegnatore americano divenuto tetraplegico John Callahan, nel quale si registra una spettacolare esibizione attorica di Joaquin Phoenix.

Categorie
Recensioni

Psycho

(1998) R: Gus Van Sant A: Vince Vaughn, Anne Heche, Julianne Moore, Viggo Mortensen. Rifacimento stravagante ma accorto di PSYCO di Hitchcock (1960), racconta di una ladra in fuga che ha la sfortuna di fermarsi in un motel gestito da un giovane piuttosto sinistro. Certamente meno bello dell’originale, ma altrettanto certamente non così meno bello come buona parte della critica ha voluto far credere.

Categorie
Recensioni

Promised Land

(2012) R: Gus Van Sant A: Matt Damon, Frances McDormand, John Krasinski, Hal Holbrook. Cittadini di una comunità rurale si oppongono al tentativo di una compagnia energetica di comprare il loro terreno. Coi suoi difetti, è ad ogni modo un racconto morale abbastanza solido e stimolante. Damon recita (bene) e co-sceneggia (meno bene).

Categorie
Recensioni

Elephant

(2003) R: Gus Van Sant A: Elias McConnell, Alex Frost, Eric Deulen, John Robinson. Racconto di un massacro avvenuto realmente nel college americano di Columbine in Colorado. Film atipico, glaciale e inquieto, contiene una efficace riflessione sulla banalità del male. Palma d’oro e premio per la miglior regia a Cannes.

Categorie
Recensioni

Scoprendo Forrester

(2000) R: Gus Van Sant A: Sean Connery, Rob Brown, F. Murray Abraham, Anna Paquin. Connery è uno scrittore in pensione che diventa il mentore di un giovane romanziere afroamericano. Bell’approfondimento su emarginazione e rapporto fra generazioni, convince a tal proposito lo “scontro” generazionale fra Brown al primo ruolo importante e Connery all’ennesimo.

Categorie
Recensioni

Milk

(2008) R: Gus Van Sant A: Sean Penn, Josh Brolin, Emile Hirsch, James Franco. La storia vera di Harvey Milk, primo politico gay dichiarato ad essere eletto negli USA. Sobrio nella forma, enfatico nei contenuti, Penn è più Milk di Milk.

Categorie
Recensioni

Drugstore Cowboy

(1989) R: Gus Van Sant A: Matt Dillon, Kelly Lynch, James LeGros. Due tossici rapinano farmacie per mantenere le loro “sane” abitudini. Van Sant descrive abilmente sospendendo totalmente il giudizio, e Dillon fobico dei cappelli e’ un credibilissimo sbandato.

Categorie
Recensioni

Belli e dannati

Storia d’amore e d’amicizia fra un omosessuale narcolettico e il figlio del sindaco di Portland. Variante gay dell’Enrico IV di Shakespeare, visivamente attraente per quanto talvolta eccessivamente crudo. River Phoenix tormentato e magnifico vinse a Venezia la Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile. Ha un suggestivo titolo italiano.

Categorie
Recensioni

Will Hunting – Genio ribelle

(1997) R: Gus Van Sant A: Robin Williams, Matt Damon, Ben Affleck. Damon e’ un ventenne di Boston orfano, povero, disadattato, e… un genio in matematica! Dal genio ribelle di Hollywood Van Sant un dramma sociale di sentimenti veri, originale, misurato, delicatissimo. Splendida anche la lineup di interpreti. 2 Oscar: attore non protagonista a Robin Williams, sceneggiatura.