Categorie
Recensioni

Lo sciacallo – Nightcrawler

(2014) R: Dan Gilroy A: Jake Gyllenhaal, Rene Russo, Bill Paxton. Ancorato ad una strepitosa esibizione di Gyllenhaal, dramma cupo e vibrante su un perdigiorno che decide di provare a svoltare andando in giro con una telecamerina a documentare tutti i peggiori fatti di cronaca, per poi rivendere il materiale alle reti televisive.

Categorie
Recensioni

L’ultimo Paradiso

(2021) R: Rocco Ricciardulli A: Riccardo Scamarcio, Raffaele Braia, Gaia Bermani Amaral, Valentina Cervi. Racconto di una faida amorosa nella Puglia anni Cinquanta. Dramma onesto, ben diretto e con uno Scamarcio (che anche scrive e produce) perfettamente sprofondato nel ruolo. Distribuisce Netflix.

Categorie
Recensioni

Primo amore

(2004) R: Matteo Garrone A: Michela Cescon, Vitaliano Trevisan, Roberto Comacchio, Alberto Re. Doloroso dramma ossessivo-sentimentale su un uomo perversamente attratto dalle donne anoressiche. David di Donatello alla miglior colonna sonora.

Categorie
Recensioni

Ore 15:17 – Attacco al treno

(2018) R: Clint Eastwood A: Alek Skarlatos, Anthony Sadler, Spencer Stone, Ray Corasani. Storia vera di tre amici (gli interpreti stessi) che si trovano a dover sventare un attentato terroristico mentre viaggiano su un treno. Clint non al suo meglio ma sempre molto capace a rappresentare l’ardimento.

Categorie
Recensioni

Tutto può cambiare

(2013) R: John Carney A: Keira Knightley, Mark Ruffalo, Adam Levine. Al netto di qualche inevitabile cliché, questo dramma musicale con la Knightley che fa un’aspirante cantautrice è intrigante e ricco di fascino.

Categorie
Recensioni

Charlotte for Ever

(1986) R: Serge Gainsbourg A: Charlotte Gainsbourg, Serge Gainsbourg, Roland Bertin, Roland Dubillard. Sconvolgente e controverso, detiene tuttavia un perverso potere fascinatorio. Dramma sul rapporto morboso fra un padre e sua figlia quindicenne (i Gainsbourg, padre e figlia anche nella realtà).

Categorie
Recensioni

Le vite degli altri

(2006) R: Florian Henckel von Donnersmarck A: Ulrich Mühe, Martina Gedeck, Sebastian Koch. Agente della polizia segreta dell’est Germania inizia a spiare le azioni di un uomo e della sua compagna. Ottimo thriller che sa intersecare politica e sentimenti in modo sopraffino. Oscar per il miglior film straniero.

Categorie
Recensioni

Il cappotto

(1952) R: Alberto Lattuada A: Renato Rascel, Yvonne Sanson, Giulio Stival. Da Gogol, è una commedia drammatica malinconica e lenta, con una recitazione fine di Rascel nei poveri panni di un impiegato del municipio che avrebbe urgente bisogno di un cappotto nuovo.

Categorie
Recensioni

Il caso Spotlight

(2015) R: Tom McCarthy A: Mark Ruffalo, Michael Keaton, Rachel McAdams, Liev Schreiber, Stanley Tucci, John Slattery. Pellicola sconcertante, oscura e molto ben fatta su dei reali casi di pedofilia all’interno della Chiesa americana, messi in luce da un quotidiano. 2 Oscar, a film e sceneggiatura.

Categorie
Recensioni

Va’ e uccidi

(1962) R: John Frankenheimer A: Frank Sinatra, Laurence Harvey, Janet Leigh, Angela Lansbury. Fra i più bei thriller politici mai realizzati, teso e inquietante : sergente prigioniero durante la guerra di Corea viene sottoposto a lavaggio del cervello per renderlo un killer una volta tornato in patria. Da un romanzo di Richard Condon, è stato rifatto nel 2004 col titolo THE MANCHURIAN CANDIDATE.