Categorie
Recensioni

Camera con vista

(1985) R: James Ivory A: Maggie Smith, Helena Bonham Carter, Denholm Elliott, Julian Sands, Daniel Day-Lewis. Trasposizione elegante, deliziosa e seducente dell’omonimo romanzo di E. M. Forster, parla di una inglesina che durante un viaggio a Firenze si innamora di un eccentrico connazionale. Rientrata in patria rompe con il suo fidanzato ufficiale ed è uno scandalo. 3 Oscar vinti, sceneggiatura, scenografia, costumi.

Categorie
Recensioni

Domenica, maledetta domenica

(1971) R: John Schlesinger A: Peter Finch, Glenda Jackson, Murray Head, Peggy Ashcroft, Daniel Day-Lewis. Descrizione complessa e raffinata, supportata da ottime performance, di un triangolo amoroso fra un medico ebreo, una borghesotta divorziata e un giovane designer bisex. Si intravede un baldo Day-Lewis a inizio carriera.

Categorie
Recensioni

La seduzione del male

(1996) R: Nicholas Hytner A: Daniel Day-Lewis, Winona Ryder, Paul Scofield, Joan Allen. Salem, 1692: in seguito a un raduno notturno al quale partecipano alcune ragazze della comunità si scatena una virulenta caccia alle streghe. Dramma sconvolgente e fitto, ragguardevoli le recitazioni fra le quali spicca quella sempre carismatica di Day-Lewis. Tratto da Il crogiuolo di Arthur Miller sui parallelismi fra la caccia alle streghe di Salem nel Seicento e la caccia ai comunisti negli anni quaranta/cinquanta.

Categorie
Recensioni

L’insostenibile leggerezza dell’essere

(1988) R: Philip Kaufman A: Daniel Day-Lewis, Juliette Binoche, Lena Olin, Derek de Lint. Dall’omonimo romanzo di Kundera, storia d’amore fra un neurochirurgo e una modesta cameriera sullo sfondo dei fatti tragici della Primavera di Praga. Eros e politica mesciati avvedutamente insieme in un dramma spinto, amorevole e struggente.

Categorie
Recensioni

Lincoln

(2012) R: Steven Spielberg A: Daniel Day-Lewis, Sally Field, David Strathairn, Joseph Gordon-Levitt. Biofilm che racconta gli ultimi mesi di vita del presidente americano Abraham Lincoln alle prese con l’abolizione della schiavitù. Pellicola logorroica e dettagliatissima, a tratti discretamente noiosa ma prepotentemente trascinata da una prestazione titanica di Day-Lewis, che vinse ovviamente l’Oscar.

Categorie
Recensioni

Il filo nascosto

(2017) R: Paul Thomas Anderson A: Vicky Krieps, Daniel Day-Lewis, Lesley Manville, Julie Vollono. Lo stilista Day-Lewis si innamora di una giovane cameriera che diventerà ben presto la sua musa ispiratrice. Questo film è una rumorosa detonazione emozionale con schegge di passione che volano fuori da ogni sequenza. Annovera una fantasmagorica ultima interpretazione di Daniel Day-Lewis, che ha deciso (disgrazia!) di ritirarsi dalla recitazione.

Categorie
Recensioni

Nine

(2009) R: Rob Marshall A: Daniel Day-Lewis, Marion Cotillard, Penelope Cruz. Liberamente ispirato al felliniano OTTO E MEZZO, lasciate ogni confronto voi che lo guardate, ma è pur sempre ottimo come film corale in grande stile con belle donne, apprezzabili numeri musicali e delle sontuose scenografie.

Categorie
Recensioni

My Beautiful Laundrette

(1985) R: Stephen Frears A: Saeed Jaffrey, Roshan Seth, Daniel Day-Lewis. Lavanderia a gettoni nella periferia di Londra diventa il piccolo universo di due giovani omosessuali. Un film diretto, trasgressivo, di intento sociologico, alla riuscita del quale contribuisce un nemmeno trentenne Day-Lewis che ha già dentro di sé il sacro fuoco della recitazione.

Categorie
Recensioni

L’ultimo dei Mohicani

(1992) R: Michael Mann A: Daniel Day-Lewis, Madeleine Stowe, Russell Means. Durante la guerra anglo-francese in Nord America tre mohicani si trovar a difendere le figlie di un colonnello britannico. Tratta da un romanzo, movimentata love story in costume con Day-Lewis avvenente fuciliere che spara fuori una carismatica performance.

Categorie
Recensioni

Gandhi

(1982) R: Richard Attenborough A: Ben Kingsley, John Gielgud, Candice Bergen, Daniel Day-Lewis. Biografia di Gandhi detto il Mahatma. Attenborough insegna la pace attraverso un’opera monumentale, intelligente, ricca, che educa appassionando e viceversa. 8 Oscar: film, regia, attore protagonista, sceneggiatura, fotografia, scenografia, costumi, montaggio.