Categorie
Recensioni

Fury

(2014) R: David Ayer A: Brad Pitt, Shia LaBeouf, Logan Lerman, Michael Peña, Jon Bernthal. Nell’aprile del ’45 il sergente Pitt a bordo di un blindato intraprende assieme ai suoi 5 uomini una pericolosa missione dietro le linee nemiche. Film di guerra ambizioso e impressivo, con un manipolo di attori abilmente comandato da B. Pitt che si toglie senza remore gli abiti della “stella” per indossare quelli decisamente meno confortevoli del milite valoroso.

Categorie
Recensioni

L’ombra del diavolo

(1997) R: Alan J. Pakula A: Harrison Ford, Brad Pitt, Margaret Colin, Rubén Blades. Membro dell’IRA viene inviato a New York dall’Irlanda per comprare delle armi. Thriller azionistico piuttosto scarsino ma con due “stelle” talmente abbaglianti che non si può non guardare.

Categorie
Recensioni

The Mexican – Amore senza la sicura

(2001) R: Gore Verbinski A: Brad Pitt, Julia Roberts, James Gandolfini, J.K. Simmons, Gene Hackman. Gaglioffo della mala viene incaricato dal suo capo di andare in Messico a recuperare una pistola d’epoca sulla quale aleggia una maledizione. Non è certo un filmone ma lo charme delle sue “stelle” e i dialoghi succulenti fra la Roberts e Gandolfini costituiscono un motivo più che sufficiente per vederlo.

Categorie
Recensioni

Vi presento Joe Black

(1998) R: Martin Brest A: Brad Pitt, Anthony Hopkins, Claire Forlani, Jake Weber. Storia del magnate dei media Hopkins la cui splendida vita è sconvolta dall’arrivo del giovane ed enigmatico Pitt. Lungo oltre l’umana tolleranza, è ad ogni modo un dramma sentimentale affascinante e sinuoso, con una eccellente performance di A. Hopkins. Rifacimento del film LA MORTE IN VACANZA del 1934.

Categorie
Recensioni

L’assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford

(2007) R: Andrew Dominik A: Brad Pitt, Casey Affleck, Sam Shepard, Mary-Louise Parker. Storia del rapporto fra il pistolero Jesse James e un suo giovane discepolo, che condurrà all’assassinio del famoso bandito. Dal romanzo omonimo di Ron Hansen, western carico e intrigante, forte di una straordinaria performance di Pitt (vincitore della Coppi Volpi a Venezia) nel ruolo di James, di musiche evocative e di una maestosa presenza fotografica. Producono Ridley Scott e lo stesso Brad Pitt.

Categorie
Recensioni

La grande scommessa

(2015) R: Adam McKay A: Christian Bale, Steve Carell, Ryan Gosling, Brad Pitt. Dal libro di Michael Lewis, storia di un gruppo di investitori che intuì in anticipo lo scoppio della crisi finanziaria esplosa negli USA alla fine del 2006. Acuto, sardonico e divertente, fornisce un’attenta disamina degli eventi facendo affidamento su delle esibizioni perfettamente all’altezza del suo cast. 1 Oscar, per la miglior sceneggiatura non originale.

Categorie
Recensioni

The Tree of Life

(2011) R: Terrence Malick A: Brad Pitt, Sean Penn, Jessica Chastain, Hunter McCracken. Storia di una famiglia texana degli anni ’50 vista attraverso l’evoluzione della vita del figlio maggiore. Film lungo e tortuoso, offre cionondimeno una esperienza visiva sconvolgente. Qualcuno potrà trovarlo eccessivamente pretenzioso, e potrebbe non avere tutti i torti, ma nemmeno tutte le ragioni. Palma d’oro a Cannes.

Categorie
Recensioni

Sette anni in Tibet

(1997) R: Jean-Jacques Annaud A: Brad Pitt, David Thewlis, BD Wong, Mako. Durante la Seconda guerra mondiale, uno spavaldo scalatore austriaco (Pitt) prova a raggiungere la cima dell’Himalaya ma si ritrova dopo mille peripezie in Tibet. Dal libro autobiografico di Heinrich Harrer, è un dramma epopeico e suggestivo, e anche una pittoresca vetrina per uno dei maggiori esponenti dello starismo hollywoodiano.

Categorie
Recensioni

Mr. & Mrs. Smith

(2005) R: Doug Liman A: Brad Pitt, Angelina Jolie, Adam Brody, Vince Vaughn. Due normalissimi sposi (i Brangelina, alla faccia dei normalissimi!) non sanno di lavorare per due organizzazioni criminali concorrenti. Al di là del film in sé, che non esce dai ranghi della commediola, la forte alchimia fra Pitt e Jolie crea un divertimento decisamente ammirevole.

Categorie
Recensioni

L’arte di vincere

(2011) R: Bennett Miller A: Brad Pitt, Robin Wright, Jonah Hill, Philip Seymour Hoffman. Storia vera del direttore generale di una squadra di baseball (Pitt) che riesce con due lire a tirar su uno squadrone sfruttando un sistema basato sul puro calcolo matematico. Pellicola che ha la capacità straordinaria di intrattenere quand’anche non commuovere, che esulta nell’aver trovato lo strike vincente con un B. Pitt furiosamente eccitante e Hill un prezioso deuteragonista. Di quei film dei quali si sente sempre un gran bisogno.