Categorie
Recensioni

Burn After Reading – A prova di spia

(2008) R: Ethan Coen, Joel Coen A: Brad Pitt, Frances McDormand, George Clooney, John Malkovich, Tilda Swinton. I fratelli dirigono un cast di “stelle” in una dark comedy stravagante e minuziosamente costruita. Quando il memoriale di un ex agente della CIA finisce per caso nelle mani di due personal trainer, questi intuiscono immediatamente la possibilità di far quattrini.

Categorie
Recensioni

Syriana

(2005) R: Stephen Gaghan A: George Clooney, Matt Damon, Amanda Peet, Kayvan Novak. Film piuttosto intricato che richiede impegno ma che può dare delle insperate soddisfazioni, tratta di petrolio ed implicazioni geopolitiche. Oscar a Clooney come miglior attore non protagonista, e in effetti (per quanto si fatichi a crederlo) la sua interpretazione riluce.

Categorie
Recensioni

Tra le nuvole

(2009) R: Jason Reitman A: George Clooney, Vera Farmiga, Anna Kendrick, Jason Bateman. Clooney è sensazionale nel ruolo di un “licenziatore” di professione che un giorno deve fare i conti con l’amore. Pellicola brillante, intelligentemente sentimentale e finemente umoristica. Dall’omonimo romanzo di Walter Kirn.

Categorie
Recensioni

La tempesta perfetta

(2000) R: Wolfgang Petersen A: George Clooney, Mark Wahlberg, John C. Reilly, Diane Lane. Storia realmente successa di un peschereccio che nel 1991 si perse dentro a un uragano tropicale di impatto distruttivo. Puro e semplice sensazionalismo cinematografico: se è questo che volete, è quello che avrete!

Categorie
Recensioni

Confessioni di una mente pericolosa

(2002) R: George Clooney A: Sam Rockwell, Drew Barrymore, George Clooney, Julia Roberts. Esordio apprezzabile alla regia per Clooney che racconta con stile e spregiudicatezza la storia vera di Chuck Barris, conduttore televisivo ma anche agente della CIA.

Categorie
Recensioni

Prima ti sposo poi ti rovino

(2003) R: Joel Coen, Ethan Coen (non accreditato) A: George Clooney, Catherine Zeta-Jones, Billy Bob Thornton, Geoffrey Rush. Romantica e scoppiettante farsa su uno spregiudicato divorzista che inizia a frequentare una cacciatrice di dote. Questa frequentazione darà degli esiti esilaranti. Clooney e Zeta-Jones sono favolosi nei panni rispettivamente di avvocato e mangiauomini.

Categorie
Recensioni

Gravity

(2013) R: Alfonso Cuaron A: Sandra Bullock, George Clooney, Ed Harris, Orto Ignatiussen. Due astronauti devono cercare di sopravvivere per aria dopo un incidente a bordo della loro navicella. Thriller di fantascienza è il caso di dire davvero spaziale, pervasivo, visivamente possente da inchiodarti allo schermo. Attenzione alle performance di Bullock e Clooney mai stati più intensi.

Categorie
Recensioni

Le idi di marzo

(2011) R: George Clooney A: Paul Giamatti, George Clooney, Philip Seymour Hoffman, Ryan Gosling. Gosling è un addetto stampa per la campagna elettorale del Partito democratico che ben presto scopre gli altarini della politica. Solita manfrina sulla classe dirigente, i giochi di potere, i mass media etc. etc. ma in fondo questo è un film di recitazione, che si affida volontariamente ad interpretazioni ricche di sfumature soprattutto (direste mai?) da parte di Gosling, che qui rischia di risultare addirittura espressivo. Clooney convince, di qua e di là della camera.

Categorie
Recensioni

Fratello dove sei?

(2000) R: Joel Coen, Ethan Coen A: George Clooney, John Turturro, Tim Blake Nelson, John Goodman. Dai fratelli Coen, che lo hanno anche sceneggiato, una bizzarra rilettura dell’Odissea di Omero, con tre balordi evasi alla ricerca di un tesoro. Fuori di testa come al solito, ma abilissimi con le parole e le immagini, i Fratelli Coen fanno ancora una volta centro.

Categorie
Recensioni

Ocean’s Eleven – Fate il vostro gioco

(2001) R: Steven Soderbergh A: George Clooney, Brad Pitt, Julia Roberts, Matt Damon, Andy Garcia, Casey Affleck. Danny Ocean (Clooney) e i suoi scagnozzi puntano a rapinare tre casino di Las Vegas in un colpo solo. Rifacimento d’autore di COLPO GROSSO del 1960, tipico caso in cui conta meno lo script del cast galattico. Come direbbero gli americani: cool. Due seguiti, diretti dallo stesso regista.