Categorie
Recensioni

Insoliti criminali

(1996) R: Kevin Spacey A: Matt Dillon, Faye Dunaway, Gary Sinise, William Fichtner. Spacey debutta bene nella regia con un dramma efficace su tre furfanti che scappano da un colpo andato male prendendo in ostaggio i clienti di un bar. La bella prestazione di Dillon gli facilita il compito.

Categorie
Recensioni

Quinto Potere

(1976) R: Sidney Lumet A: Faye Dunaway, William Holden, Peter Finch, Robert Duvall. Satira appuntita sul mondo della televisione, diretta con il contagiri e recitata spettacolarmente, che parla di un conduttore il quale dopo aver scoperto di essere stato licenziato minaccia di ammazzarsi in diretta. 4 Oscar: attore e attrice protagonisti, attrice non protagonista, sceneggiatura.

Categorie
Recensioni

L’inferno di cristallo

(1974) R: John Guillermin A: Paul Newman, Steve McQueen, William Holden, Faye Dunaway. San Francisco : durante l’inaugurazione di un mega grattacielo si verifica un corto circuito dal quale scaturisce uno spaventoso incendio. Film disastrofico con un cast da favola, leggendario e spettacolare. Ottenne 3 Oscar: fotografia, montaggio, canzone.

Categorie
Recensioni

Don Juan De Marco – Maestro d’amore

(1994) R:  Jeremy Leven A:  Johnny Depp, Marlon Brando, Faye Dunaway, Géraldine Pailhas. Psichiatra (Brando) deve guarire uno squinternato (Depp) che millanta di essere il più grande amante del mondo. Questo film è semplicemente un buon film, a farne un film superlativo sono le prestazioni da knock-out delle sue “stelle”.

Categorie
Recensioni

Il piccolo grande uomo

(1970) R: Arthur Penn A: Dustin Hoffman, Faye Dunaway, Chief Dan George, Martin Balsam. Penn adatta in maniera squisita un romanzo di Thomas Berger su un giovane cresciuto in mezzo agli indiani. Il risultato è una più che apprezzabile favola di frontiera che ha l’indubbio pregio di voler osservare i nativi americani da una prospettiva del tutto originale.

Categorie
Recensioni

Giovanna d’Arco

(1999) R: Luc Besson A: Milla Jovovich, John Malkovich, Rab Affleck, Stephane Algoud. Storia della condottiera francese che finì al rogo per la Francia e per Dio. L’approccio di Besson alla figura dell’eroina è piuttosto creativo e di scarso approfondimento, ben pagano però delle smaglianti scene di battaglia e una fremente Jovovich nell’armatura di Giovanna.

Categorie
Recensioni

I tre giorni del Condor

(1975) R: Sydney Pollack A: Robert Redford, Faye Dunaway, Cliff Robertson, Max von Sydow. Redford dipendente dei servizi segreti scampato a un massacro scopre che dietro c’è un complotto della CIA. Trepidante spy-story con un’ appuntita critica politica. Fra i migliori film di spionaggio tuttora in circolazione.

Categorie
Recensioni

Gangster Story

(1967) R: Arthur Penn A: Warren Beatty, Faye Dunaway, Michael J. Pollard. La storia vera di Bonnie e Clyde, famosa coppia di fuorilegge statunitensi anni Trenta. Violento, ironico, sbarazzino, esattamente come la coppia d’oro del crimine di tutti i tempi. Inserito dall’American Film Institute al quinto posto nella lista dei migliori 100 film gangster americani di sempre, resta ad oggi la versione più fulgida del mito.

Categorie
Recensioni

Barfly – Moscone da bar

(1987) R: Barbet Schroeder A: Mickey Rourke, Faye Dunaway, Alice Krige. Rourke e’ uno scrittore alcolizzato che un bel giorno incontra un’altra disperata come lui ed è amore al primo sorso. Scritto da Bukowksi, recitato a cuore aperto da due magnifici interpreti, è una storia di passione e di misericordia.

Categorie
Recensioni

Chinatown

(1974) R: Roman Polanski A: Jack Nicholson, Faye Dunaway, John Huston. Investigatore privato alle prese con un caso di omicidio viene coinvolto in un’intricata serie di complotti. Fascinoso noir con un fantastico Nicholson incerottato e la Dunaway inebriante femme fatale.