Categorie
Recensioni

Il tesoro della Sierra Madre

(1948) R: John Huston A: Humphrey Bogart, Walter Huston, Tim Holt, Bruce Bennett. Favoloso dramma sull’avidità, racconta di un ruvido avventuriero (Bogart) che assieme ad altri due si imbarca in una travagliata spedizione sui monti messicani in cerca dell’oro. 3 Oscar, uno come miglior attore non protagonista a Walter Huston mai stato meglio.

Categorie
Recensioni

Il mistero del falco

(1941) R: John Huston A: Humphrey Bogart, Mary Astor, Gladys George, Peter Lorre. Giallo di serie A con l’implacabile investigatore Bogart che indaga sul caso di una statuetta di grande valore. Da un romanzo di Dashiell Hammett, film tra i più importanti e influenti del genere, e non solo.

Categorie
Recensioni

Città amara – Fat City

(1972) R: John Huston A: Stacy Keach, Jeff Bridges, Susan Tyrrell, Candy Clark. Due boxeur, uno vecchio e stanco, l’altro giovane e di belle speranze, provano ad uscire dalla miseria nella quale vivono. Magnifico, magnificamente diretto e magnificamente recitato dramma pugilesco che ti stende. Dall’omonimo romanzo di Leonard Gardner, sceneggia lo stesso autore.

Categorie
Recensioni

La Bibbia

(1966) R: John Huston A: Michael Parks, Ulla Bergryd, Richard Harris, John Huston. Elefantiaco kolossal per cinefili che racconta i primi 22 capitoli del libro della Genesi, dalla creazione al sacrificio di Isacco. De Laurentiis produce e vince il David di Donatello. David anche a Huston, come miglior regista straniero.

Categorie
Recensioni

Fuga per la vittoria

(1981) R: John Huston A: Michael Caine, Sylvester Stallone, Pelé, Bobby Moore. Liberamente tratto da un evento realmente accaduto durante la seconda guerra mondiale, racconta di una partita di calcio fra tedeschi e prigionieri inglesi che si trasforma per questi ultimi in un’ottima occasione per tentare di scappare. Bene organizzato e rocambolesco, da vedere anche solo per gustarsi un travolgente incontro di pallone. Fra i migliori film sportivi della storia.

Categorie
Recensioni

Giungla d’asfalto

(1950) R: John Huston A: Marilyn Monroe, Sterling Hayden, Louis Calhern. Cronaca di un colpo a una gioielleria progettato scientificamente da un carcerato e un avvocato. Formalismo e campi lunghi per un palpitante noir con dentro una maestosa giungla di personaggi. Noto per essere stato il trampolino di lancio per la carriera di Marilyn Monroe.

Categorie
Recensioni

The Dead – Gente di Dublino

(1987) R: John Huston A: Anjelica Huston, Donal McCann, Dan O’Herlihy. Tratto da Joyce, è il racconto di una festa post-natalizia nell’Irlanda dei primi Novecento. Armonioso “amarcord” in salsa verde trifoglio, la musica evoca, il finale strugge.

Categorie
Recensioni

Chinatown

(1974) R: Roman Polanski A: Jack Nicholson, Faye Dunaway, John Huston. Investigatore privato alle prese con un caso di omicidio viene coinvolto in un’intricata serie di complotti. Fascinoso noir con un fantastico Nicholson incerottato e la Dunaway inebriante femme fatale.

Categorie
Recensioni

Gli spostati

TOP (1961) R: John Huston A: Clarke Gable, Marilyn Monroe, Montgomery Clift. Tre divi di Hollywood in un’opera elegiaca che parla di amore, libertà e cavalli selvaggi. Letterario, melodrammatico, ebbe la disgrazia di essere l’ultimo film sia per la Monroe che per Gable.