Categorie
Recensioni

Bullet

(1996) R: Julien Temple A: Mickey Rourke, Frank Senger, Adrien Brody, John Enos III, Tupac Shakur. Ampiamente sottovalutato, racconta una storia criminale cruda e avvincente : ex galeotto esce di prigione con l’intento di rigar dritto ma finisce nuovamente sulla cattiva strada. Rourke (che co-sceneggia) è meravigliosamente intenso.

Categorie
Recensioni

Bullet Head

(2017) R: Paul Solet A: Adrien Brody, Antonio Banderas, John Malkovich, Rory Culkin. Banda di malviventi si trova intrappolata in un magazzino sotto sorveglianza di un cane. Thriller cinofilo efficace ed elettrizzante con un notevole cast.

Categorie
Recensioni

Grand Budapest Hotel

(2014) R: Wes Anderson A: Ralph Fiennes, F. Murray Abraham, Mathieu Amalric, Adrien Brody. La trama gira più o meno attorno al portiere di un albergo di lusso e a un dipinto trafugato dal valore inestimabile. C’è poco da dire su questo film se non che vi scioccherà perché è semplicemente squisito e recitato proprio come dev’essere recitato un film squisito. 4 gli Oscar vinti: costumi, scenografia, trucco, colonna sonora.

Categorie
Recensioni

The Village

(2004) R: M. Night Shyamalan A: Joaquin Phoenix, Sigourney Weaver, William Hurt, Adrien Brody. Covington è un villaggio circondato da una foresta maledetta, a un certo punto il prode Lucius (Phoenix) decide di attraversarla. Shyamalan maestro di suggestione gioca abilmente col soprannaturale innestandolo bene sopra un impianto da film di mistero, con un sottotesto nemmeno troppo celato di critica sociale.

Categorie
Recensioni

King Kong

(2005) R: Peter Jackson A: Naomi Watts, Jack Black, Adrien Brody. Troupe cinematografica finisce per errore su un’isola dove si fanno sacrifici umani a un gigantesco gorilla. Avventurosa ed eccitante reinvenzione dello scimmione originale anni Trenta, con tanti ossequi.

Categorie
Recensioni

La sottile linea rossa

TOP (1998) R: Terrence Malick A: Jim Caviezel, Sean Penn, Nick Nolte, Adrien Brody, Ben Chaplin, Elias Koteas, George Clooney, Jared Leto, John C. Reilly, John Cusack, John Travolta, Woody Harrelson. Dal romanzo omonimo, è un film più precisamente non di guerra ma sulla guerra, con l’obiettivo puntato verso il desolante vuoto che essa lascia nell’animo umano. Lungo e impervio, ha una compagine attoriale strapiena di “stelle” e una potenza visiva che supera ogni imperfezione.