Categorie
Recensioni

Urban Legend

(1998) R: Jamie Blanks A: Jared Leto, Alicia Witt, Rebecca Gayheart, Michael Rosenbaum. Teen horror fatto come si conviene su una studentessa di college che si ritrova al centro di una serie di brutali omicidi. Per gli amanti di SCREAM et similia.

Categorie
Recensioni

Fuga da Seattle

(2002) R: James Cox A: Kimberley Kates, Jared Leto, Jake Gyllenhaal, Selma Blair. Mirabolante avventura di due uomini in fuga da un malavitoso assai adirato. E’ un eccitante e spericolato road movie guidato da due talentuose future stelle hollywoodiane.

Categorie
Recensioni

Requiem for a Dream

(2000) R: Darren Aronofsky A: Ellen Burstyn, Jared Leto, Jennifer Connelly, Marlon Wayans. Dramma oscuro e conturbante che ruota attorno a dei personaggi intrappolati nelle loro dipendenze. Le interpretazioni sono forti e coraggiose, i primi piani estremi accrescono lo straniamento. Potrebbe risultare difficilmente affrontabile per alcuni, ma tentar non nuoce.

Categorie
Recensioni

Mr. Nobody

(2009) R: Jaco Van Dormael A: Jared Leto, Sarah Polley, Diane Kruger, Linh Dan Pham. Fanta-dramma sentimentale che racconta la storia di un ultracentenario (Leto), ultimo essere mortale dopo che la razza umana ha ottenuto l’immortalità. Strampalato e contorto ma rapisce, anche grazie ad una esibizione mozzafiato di J. Leto. Onestamente troppo lungo, comunque non abbastanza da inficiarne il risultato.

Categorie
Recensioni

Suicide Squad

(2016) R: David Ayer A: Will Smith, Jared Leto, Margot Robbie, Viola Davis. Dai fumetti DC Comics, agenzia governativa assolda una banda di sbarellati supercattivi per salvare il mondo dall’apocalisse. Confusionario ma sollazzevole e travolgente, non ha altri pregi se non un’azione da rimanere attaccati alla sedia. Ma potrebbe bastare. Apprezzabili le performance, Leto su tutti. Ha vinto un Oscar per il miglior trucco.

Categorie
Recensioni

Dallas Buyers Club

(2013) R: Jean-Marc Vallee A: Matthew McConaughey, Jennifer Garner, Jared Leto, Steve Zahn. Da una storia vera, dramma intenso su un cowboy texano sieropositivo che una volta scoperta la sua malattia comincia a importare illegalmente medicinali per curarla. Il film avrebbe dovuto intitolarsi “Matthew McConaughey” considerata la portata della sua performance, un mix di ispirazione e follia che non dimenticherete facilmente. 3 Oscar: migliore attore protagonista e non (rispettivamente McConaughey e Leto), miglior trucco e acconciatura.

Categorie
Recensioni

La sottile linea rossa

TOP (1998) R: Terrence Malick A: Jim Caviezel, Sean Penn, Nick Nolte, Adrien Brody, Ben Chaplin, Elias Koteas, George Clooney, Jared Leto, John C. Reilly, John Cusack, John Travolta, Woody Harrelson. Dal romanzo omonimo, è un film più precisamente non di guerra ma sulla guerra, con l’obiettivo puntato verso il desolante vuoto che essa lascia nell’animo umano. Lungo e impervio, ha una compagine attoriale strapiena di “stelle” e una potenza visiva che supera ogni imperfezione.