Categorie
Recensioni

Cobra verde

(1987) R: Werner Herzog A: Klaus Kinski, King Ampaw, José Lewgoy, Salvatore Basile. Il mercante di schiavi Kinski riesce a diventare per poco tempo viceré di una regione africana. Folle, avventuroso e spregiudicato, segna la fine del fortunato sodalizio fra Herzog e il suo attore feticcio Klaus Kinski. Ispirato al romanzo di Bruce Chatwin.

Categorie
Recensioni

Jack Reacher – La prova decisiva

(2012) R: Christopher McQuarrie A: Tom Cruise, Rosamund Pike, Richard Jenkins, Werner Herzog. Da un romanzo di Lee Child, ex poliziotto militare è chiamato ad indagare su un cecchino che ammazza gente a caso. La recitazione stuzzicante di Cruise conferisce a questo thriller teso e divertente il carattere di ottimo godimento.

Categorie
Recensioni

L’enigma di Kaspar Hauser

(1974) R: Werner Herzog A: Bruno S., Walter Ladengast, Brigitte Mira, Willy Semmelrogge. Herzog prende la storia vera di un misterioso genio e la trasforma in un film incredibile, accattivante, davvero un enigma che proverete a sciogliere lungo tutta la sua durata senza volervi staccare mai dal ragionamento. Gran premio speciale della Giuria a Cannes.

Categorie
Recensioni

Nosferatu, principe della notte

(1979) R: Werner Herzog A: Klaus Kinski, Isabelle Adjani, Bruno Ganz, Roland Topor. Affascinante rifacimento del film del 1922 sul conte Dracula. Funziona tutto, l’atmosfera che penetra, i costumi evocativi, le tetre scenografie. E la performance di Kinski ? Sembra nato per fare il vampiro! A Murnau con i più sentiti omaggi.

Categorie
Recensioni

Aguirre furore di Dio

(1972) R: Werner Herzog A: Klaus Kinski, Ruy Guerra, Helena Rojo. Sedicesimo secolo : il matto conquistador Aguirre organizza una spedizione in cerca di El Dorado. Ipnotico viaggio ai confini della realtà con alla guida un Kinski torvo e perfetto.

Categorie
Recensioni

Il cattivo tenente – Ultima chiamata New Orleans

(2009) R: Werner Herzog A: Nicolas Cage, Eva Mendes, Val Kilmer. Tenente della Omicidi di New Orleans dipendente da una miriade di sostanze deve occuparsi del caso di una famiglia africana massacrata. Specie di rifacimento dell’omonimo film di Abel Ferrara (che Ferrara non prese affatto bene!), è una pellicola potentemente umana, con una performance sfrenata di Nic Cage che è spesso un po’ fuori dagli schemi, qui incommensurabilmente di più.