Categorie
Recensioni

L’uomo venuto dalla pioggia

(1970) R: René Clément A: Charles Bronson, Jill Ireland, Marlène Jobert, Gabriele Tinti. Bronson è un colonnello dell’esercito americano sulle tracce di un maniaco sessuale. Giallo d’azione di ottima suspense, fondamentale il contributo di un C. Bronson brutale e volitivo.

Categorie
Recensioni

Quella sporca dozzina

(1967) R: Robert Aldrich A: Lee Marvin, Ernest Borgnine, Charles Bronson, John Cassavetes. Prima dello sbarco in Normandia, il comando americano incarica il maggiore Marvin e i suoi uomini di far saltare un castello pieno di ufficiali nazisti. Bestiale film di guerra di Aldrich che dirige con forza e precisione un cast stellare. Oscar per il miglior montaggio sonoro.

Categorie
Recensioni

L’eroe della strada

(1975) R: Walter Hill A: Charles Bronson, James Coburn, Jill Ireland, Strother Martin. Bronson è un lottatore di strada, Coburn un organizzatore di incontri di pugilato clandestini. Intrattenimento spassoso, sebbene duro come un cazzotto a mani nude. La performance di Bronson è di quelle che non ti scordi.

Categorie
Recensioni

Il giustiziere della notte

(1974) R: Michael Winner A: Charles Bronson, Hope Lange, Vincent Gardenia. Architetto a cui uccidono la moglie e violentano la figlia decide di farsi giustizia da sé. Bronson è il classico buono che diventa cattivo… niente di peggio! Tratto dal romanzo omonimo, irresistibile poliziesco per antonomasia. 4 sequel, nessuno all’altezza.

Categorie
Recensioni

C’era una volta il West

TOP (1968) R: Sergio Leone A: Henry Fonda, Charles Bronson, Claudia Cardinale. La splendida latifondista Cardinale diventa l’obiettivo di un killer professionista (Fonda), la proteggerà un armonicista (Bronson). Leone confeziona tramite una consumata maestria un film dall’afflato epico e totalmente eccitante, merito anche di un cast di livello e una colonna sonora fortemente significativa firmata dal sodale Ennio Morricone. Considerato da più parti il miglior western in circolazione, è in ogni caso uno dei primi in cui l’attore principale è il cattivo (Frank/Henry Fonda).

Categorie
Recensioni

I magnifici sette

(1960) R: John Sturges A: Yul Brynner, Steve McQueen, Charles Bronson. I contadini di un villaggio messicano ingaggiano dei pistoleri per difendersi dai fuorilegge. Diretto da quel gran furbacchione esperto di cowboys che fu John Sturges, è il remake del celeberrimo I sette samurai di Kurosawa, e ne è totalmente degno. Tronfio e iper parlato, ha un cast di tutte star. Memorabile.