Categorie
Recensioni

Strange But True

(2019) R: Rowan Athale A: Nick Robinson, Amy Ryan, Greg Kinnear, Brian Cox. Dopo la tragica dipartita del suo ragazzo, una giovane si presenta dalla famiglia di lui dicendo di essere incinta. Pellicola strana, misteriosa e realizzata con cura.

Categorie
Recensioni

We Were Soldiers – Fino all’ultimo uomo

(2002) R: Randall Wallace A: Mel Gibson, Madeleine Stowe, Greg Kinnear, Sam Elliott. La trama gira attorno a una delle battaglie più cruente della guerra del Vietnam. I cliché del cinema bellico seppur presenti non impediscono affatto al film di agire con toccante forza epica e totale coinvolgimento. Gibson fa scintille.

Categorie
Recensioni

Ghost Town

(2008) R: David Koepp A: Ricky Gervais, Greg Kinnear, Téa Leoni, Jordan Carlos. Dopo una esperienza di pre-morte durante un semplice esame medico, un dentista misantropo acquista il dono di parlare coi morti. Briosa commedia fantasy elevata da una interpretazione mirabile di Gervais.

Categorie
Recensioni

Little Miss Sunshine

(2006) R: Jonathan Dayton, Valerie Faris A: Steve Carell, Toni Collette, Greg Kinnear. Viaggio su uno sgangherato furgone di una bizzarra famiglia per portare la piccola di casa a un concorso di bellezza. Gradevolissima commedia a costo quasi zero dall’esito ecclatante.

Categorie
Recensioni

C’è posta per te

(1998) R: Nora Ephron A: Tom Hanks, Meg Ryan, Greg Kinnear. Lui e lei sono nemici in affari ma amici (inconsapevoli) su internet. Della serie “l’amore ai tempi della rete”, la fascinazione è resa commedia intelligente e gradevole da una colonna sonora furbesca e un’irresistibile coppia di star.

Categorie
Recensioni

Qualcosa è cambiato

TOP (1997) R: James L. Brooks A: Jack Nicholson, Helen Hunt, Greg Kinnear. Nicholson è un favoloso scrittore fobico che si porta le posate sterilizzate al ristorante! Tragicommedia meravigliosamente a cavallo fra il riso e il pianto, con punte di perfezione. Inserito dalla rivista specializzata britannica Empire fra i 500 film più grandi di sempre.