Categorie
Recensioni

Beautiful Boy

(2018) R: Felix van Groeningen A: Steve Carell, Maura Tierney, Jack Dylan Grazer, Oakley Bull. Dolorosa e straziante storia vera, narra dell’amore infinito di un padre verso il figlio affetto da tossicodipendenza. Magnificamente impegnata esibizione del giovane Chalamet. Da dei libri autobiografici.

Categorie
Recensioni

40 anni vergine

(2005) R: Judd Apatow A: Steve Carell, Catherine Keener, Paul Rudd, Romany Malco. Commedia di enorme successo su un adorabile quarantenne ancora illibato che decide di perdere la verginità. Qua e là grossolano ma assai divertente, con una grande performance comica di Carell (che co-scrive).

Categorie
Recensioni

Café Society

(2016) R: Woody Allen A: Jesse Eisenberg, Kristen Stewart, Steve Carell, Blake Lively. Gustoso, raffinato e amabile dramma d’epoca su un ragazzo ebreo anni Trenta che decide di lasciare New York per andare a cercar fortuna a Hollywood. Fotografia soave di Vittorio Storaro.

Categorie
Recensioni

C’era una volta un’estate

(2013) R: Nat Faxon, Jim Rash A: Steve Carell, Toni Collette, Allison Janney, Sam Rockwell, Liam James. Una piccola grande commedia di formazione su un ragazzino sfigato che durante una vacanza estiva fa amicizia con il direttore di un diroccato parco acquatico. Molto appagante, vi farà trascorrere 103 min. di raro diletto. Faxon e Rash fanno tutto loro: scrivono, dirigono, interpretano, producono.

Categorie
Recensioni

Foxcatcher – Una storia americana

(2014) R: Bennett Miller A: Steve Carell, Channing Tatum, Mark Ruffalo, Vanessa Redgrave. Agghiacciante dramma criminalesco basato su una tragica storia vera, quella di un lottatore campione olimpico spinto in una spirale autodistruttiva da un ricco figlio di papà suo amico e pigmalione. Le maiuscole prestazioni attoriche non fanno altro che rendere questo film ancora più sconvolgente.

Categorie
Recensioni

Anchorman – La leggenda di Ron Burgundy

(2004) R: Adam McKay A: Will Ferrell, Christina Applegate, Steve Carell, Paul Rudd. Ambientato negli anni ’70, parla di un quotato presentatore TV (un Ferrell eccezionalmente buffo) che deve vedersela con una collega intenzionata a soffiargli il posto. Intelligentemente stupido, film comico che lascia il segno.

Categorie
Recensioni

Crazy, Stupid, Love

(2011) R: Glenn Ficarra, John Requa A: Steve Carell, Ryan Gosling, Julianne Moore, Emma Stone, Marisa Tomei, Kevin Bacon. Quando la moglie gli chiede il divorzio, Carell chiede aiuto allo sciupafemmine Gosling per riacquisire virilità e fiducia in sé stesso. Commedia sentimentale portentosamente divertente retta da un cast pieno di talento ed entusiasmo.

Categorie
Recensioni

La grande scommessa

(2015) R: Adam McKay A: Christian Bale, Steve Carell, Ryan Gosling, Brad Pitt. Dal libro di Michael Lewis, storia di un gruppo di investitori che intuì in anticipo lo scoppio della crisi finanziaria esplosa negli USA alla fine del 2006. Acuto, sardonico e divertente, fornisce un’attenta disamina degli eventi facendo affidamento su delle esibizioni perfettamente all’altezza del suo cast. 1 Oscar, per la miglior sceneggiatura non originale.

Categorie
Recensioni

Little Miss Sunshine

(2006) R: Jonathan Dayton, Valerie Faris A: Steve Carell, Toni Collette, Greg Kinnear. Viaggio su uno sgangherato furgone di una bizzarra famiglia per portare la piccola di casa a un concorso di bellezza. Gradevolissima commedia a costo quasi zero dall’esito ecclatante.