Categorie
Recensioni

Miseria e nobiltà

(1954) R: Mario Mattoli A: Totò, Sophia Loren, Enzo Turco, Dolores Palumbo. Due squattrinati napoletani per sbarcare il lunario si fingono nobili. Dall’omonima opera teatrale di Eduardo Scarpetta, film sulle debolezze umane tutto da ridere, trascinato dalla proverbiale vis comica di Totò. La Loren incanta.

Categorie
Recensioni

Ieri, oggi, domani

(1963) R: Vittorio De Sica A: Sophia Loren, Marcello Mastroianni, Aldo Giuffrè, Agostino Salvietti. La Loren mai stata più sexy, moltiplica per 3 il suo fascino in altrettanti episodi tutti al femminile, accompagnata dalla ammirevole figura di Mastroianni. E’ una gemma del cinema italiano e mondiale che vinse l’ Oscar, spassosa commedia che fa godere alla prima visione come alla decima. Lo spogliarello di Sophia Loren può dirsi entrato a buon diritto nella memoria collettiva.

Categorie
Recensioni

Matrimonio all’italiana

(1964) R: Vittorio De Sica A: Sophia Loren, Marcello Mastroianni, Aldo Puglisi, Tecla Scarano. L’ex prostituta Loren cerca in tutti i modi di farsi sposare dal ricco Mastroianni. Amabile trasposizione della commedia teatrale Filumena Marturano di Eduardo De Filippo, nutrita da due interpreti estremamente seducenti. 4 David di Donatello per miglior regista, produttore, attrice e attore protagonisti, e nomina agli Oscar per Sophia Loren.

Categorie
Recensioni

La contessa di Hong Kong

(1967) R: Charles Chaplin A: Marlon Brando, Sophia Loren, Sydney Chaplin, Tippi Hedren. Brando è un diplomatico americano che durante un viaggio in nave conosce la contessa russa Loren in fuga verso l’ America. Considerato praticamente da tutti come uno dei lavori minori di Chaplin, la coppia di interpreti è però così spaventosamente affascinante che si risolve alla fine della fiera in un film delizioso.

Categorie
Recensioni

Una giornata particolare

(1971) R: Ettore Scola A: Sophia Loren, Marcello Mastroianni, John Vernon, Francoise Berd. Casalinga popolana e giornalista omosessuale si incontrano per caso a Roma nel 1938. Film d’autore di bella raffinatezza, ben sorretto da due “stelle” del cinema nostrano che dialogano fra loro in maniera altamente dilettevole. Golden Globe come miglior film straniero e due candidature agli Oscar, una per Mastroianni.

Categorie
Recensioni

La ciociara

(1960) R: Vittorio De Sica A: Sophia Loren, Jean-Paul Belmondo, Raf Vallone. La Loren è una vedova che viene violentata da dei soldati marocchini assieme alla figlioletta sul finire della guerra. Dall’omonimo romanzo di Alberto Moravia, tragedia nella tragedia raccontata con franchezza e un fisico smisurato che ti viene voglia di abbracciarlo per contenerne il dolore. Doverosa la statuetta al merito dell’Academy a Sophia Loren.