Categorie
Recensioni

Viva Zapata!

(1952) R: Elia Kazan A: Marlon Brando, Jean Peters, Anthony Quinn, Joseph Wiseman. Brando è inimitabile nel ruolo del celebre ribelle messicano. Oscar come miglior attore non protagonista a A. Quinn che fa suo fratello.

Categorie
Recensioni

Gli ultimi fuochi

(1976) R: Elia Kazan A: Robert De Niro, Tony Curtis, Robert Mitchum, Jeanne Moreau. De Niro è un brillante uomo d’affari che entra in crisi quando conosce una ragazza che gli ricorda la moglie scomparsa. L’ultimo fuoco registico di Kazan non brucia particolarmente se non grazie al sempre indicibilmente carismatico Bob De Niro. Basato su un romanzo di F. Scott Fitzgerald dallo stesso titolo.

Categorie
Recensioni

La valle dell’Eden

(1955) R: Elia Kazan A: James Dean, Raymond Massey, Julie Harris. Dall’omonimo romanzo, due fratelli uno “buono” l’altro “cattivo”, in competizione per l’affetto del padre e per l’amore di una ragazza; in pratica la storia di Caino e Abele sontuosamente descritta. E’ un’opera travolgente che segnò il debutto di James Dean nel mondo del cinema e lo consegnò al Mito.

Categorie
Recensioni

Un tram che si chiama desiderio

TOP (1951) R: Elia Kazan A: Vivien Leigh, Marlon Brando, Kim Hunter, Karl Malden. Dal dramma di Tennessee Williams, racconto dell’ intricato rapporto fra due sorelle e il rozzo marito di una. Opera ammantata di realismo tragico, completamente appoggiata sulle spalle nerborute di un Brando superdotato di virtù recitative. Da vedere almeno 3/4 volte.

Categorie
Recensioni

Fronte del porto

TOP (1954) R: Elia Kazan A: Marlon Brando, Karl Malden, Lee J. Cobb. Da un romanzo di Budd Schulberg, ex pugile divenuto scaricatore di porto decide di ribellarsi a una banda di gangster. Uno dei film più premiati (8 Oscar) nella storia del cinema, intenso capolavoro senza tempo con musiche di Bernstein. Brando magistralmente doppiato da Cigoli giganteggia, toccante la scena sul retro del taxi. Una pellicola che non ci si può esimere dal vedere.