Categorie
Recensioni

Gli ultimi fuochi

(1976) R: Elia Kazan A: Robert De Niro, Tony Curtis, Robert Mitchum, Jeanne Moreau. De Niro è un brillante uomo d’affari che entra in crisi quando conosce una ragazza che gli ricorda la moglie scomparsa. L’ultimo fuoco registico di Kazan non brucia particolarmente se non grazie al sempre indicibilmente carismatico Bob De Niro. Basato su un romanzo di F. Scott Fitzgerald dallo stesso titolo.

Categorie
Recensioni

Piombo rovente

(1957) R: Alexander Mackendrick A: Burt Lancaster, Tony Curtis, Susan Harrison, Martin Milner. Influente giornalista nuiorchese morbosamente legato alla sorella decide di costruire ad arte uno scandalo attorno a un giovane jazzista di lei promesso sposo. Fra i noir migliori di sempre, è un’opera sozza e penetrante, girata in un fulgido bianco/nero e con delle interpretazioni imperiali.

Categorie
Recensioni

Lo strangolatore di Boston

(1968) R: Richard Fleischer A: Tony Curtis, Henry Fonda, George Kennedy, Mike Kellin. Basato sulla storia vera di un assassino seriale, è un dramma criminoso accattivante e malauguratamente sottovalutato che annovera un Curtis perfettamente nel ruolo del killer.

Categorie
Recensioni

A qualcuno piace caldo

TOP (1959) R: Billy Wilder A: Marilyn Monroe, Tony Curtis, Jack Lemmon. Due musicisti testimoni di un massacro fuggono ai sicari vestiti da donna. Prototipo di commedia “all’americana”, nonché una delle migliori commedie della storia del cinema, spiritosa, concitata, sensazionale dall’inizio alla fine. Marilyn era una diva, e qui se ne ha la clamorosa dimostrazione.