Categorie
Recensioni

15 minuti – Follia omicida a New York

(2001) R: John Herzfeld A: Robert De Niro, Charlize Theron, Kelsey Grammer, Oleg Tabakov. Poliziesco infuocato e violento dove il detective della omicidi De Niro fa coppia con un giovane investigatore dei vigili del fuoco per stanare degli assassini piromani.

Categorie
Recensioni

Men of Honor – L’onore degli uomini

(2000) R: George Tillman Jr. A: Cuba Gooding Jr., Robert De Niro, Charlize Theron, Aunjanue Ellis. Storia vera del primo afroamericano a essere ammesso nei palombari della Marina. Pretendere che sia “diverso” rispetto ad altri drammi del genere è certamente una rivendicazione eccessiva, ciò non toglie che sia una pellicola coinvolgente e recitata in modo impeccabile.

Categorie
Recensioni

Le regole della casa del sidro

(1999) R: Lasse Hallström A: Tobey Maguire, Charlize Theron, Michael Caine, Delroy Lindo. Ambientato durante la seconda guerra mondiale, racconta di un orfano che decide di lasciare l’orfanotrofio in cui è cresciuto per andare a conoscere il mondo. Degli sfondi spettacolari e una recitazione efficace rendono questo dramma sentimentale preso da un romanzo certamente una buona visione. Oscar per attore non protagonista e sceneggiatura non originale.

Categorie
Recensioni

Sweet November – Dolce Novembre

(2001) R: Pat O’Connor A: Keanu Reeves, Charlize Theron, Jason Isaacs. L’anticonformista Theron cerca di umanizzare il cinico pubblicitario in carriera Reeves. Senza troppi sussulti, comunque un film dolce, con due interpreti attrattivi, che scava in profondità.

Categorie
Recensioni

Monster

(2003) R: Patty Jenkins A: Charlize Theron, Christina Ricci, Bruce Dern. Tratto dalla storia vera di Aileen Wuornos, prostituta che divenne assassina seriale, è un ritratto biografico dal sapore agro di limone marcio. L’accoppiata Theron-Ricci è mostruosa in senso lato e stretto. Oscar alla bionda star sudafricana come miglior attrice protagonista.

Categorie
Recensioni

The Italian Job

(2003) R: F. Gary Gray A: Mark Wahlberg, Charlize Theron, Edward Norton. Banda di ladri mette a segno un colpo a Venezia, il colpo riesce ma c’è chi tradisce. Divertente, con un cast di innegabile appeal e un vibrante inseguimento-spot in Mini Cooper. Remake dell’omonimo film del 1969.

Categorie
Recensioni

La leggenda di Bagger Vance

(2000) R: Robert Redford A: Will Smith, Matt Damon, Charlize Theron. Giocatore di golf tornato profondamente segnato dalla guerra cerca di rialzarsi partecipando ad un torneo. Tratta da un romanzo, è una significativa pellicola sullo sport inteso come metafora della vita, recitata in maniera appagante. Redford autore di spessore, nella circostanza impegnato in un riscatto prima umano che sportivo, ne esce vincitore.

Categorie
Recensioni

The Road

(2009) R: John Hillcoat A: Viggo Mortensen, Charlize Theron, Kodi Smit-McPhee. Adattamento di un romanzo, è una favola post-apocalittica su un uomo e il figlioletto che cercano di sopravvivere alla catastrofe. Straziante film cupo illuminato da un finale che dona speranza, vanta una performance di alto livello di Mortensen e un impressionante Smit-McPhee classe ’96!

Categorie
Recensioni

L’avvocato del diavolo

(1997) R: Taylor Hackford A: Keanu Reeves, Al Pacino, Charlize Theron. Valente avvocato accetta proposta di lavoro da uno studio di New York guidato da un ceffo un po’ particolare. Strano sugo di thriller ed elementi orrorifici che non piacerà forse ai palati fini, ma l’oratoria paciniana tradotta da un perfetto Giancarlo Giannini incanta sempre.

Categorie
Recensioni

Mad Max: Fury Road

(2015) R: George Miller A: Tom Hardy, Charlize Theron, Nicholas Hoult. In un’Australia apocalittica l’ex poliziotto Max (il sempre bravo Hardy) lotta per sopravvivere a un’orda di soldati capeggiati da un tiranno. Reboot del mondo di Mad Max anni ’80, il regista George Miller sempre in preda a urgenza cinetica costruisce un film gustoso per scenari, costumi e azione. Tanti i riconoscimenti, fra cui 6 Oscar.