Categorie
Recensioni

La ragazza con l’orecchino di perla

(2003) R: Peter Webber A: Scarlett Johansson, Colin Firth, Tom Wilkinson, Judy Parfitt. Il pittore Vermeer si invaghisce di una giovane domestica e le chiede di posare per una tela. Ispirato al romanzo omonimo di Tracy Chevalier , è un biofilm elegante, appagatorio e visivamente sorprendente. I protagonisti Johansson e Firth (più Johansson che Firth) danno entrambi una buona esecuzione.

Categorie
Recensioni

Lucy

(2014) R: Luc Besson A: Scarlett Johansson, Morgan Freeman, Min-sik Choi, Amr Waked. La studentessa Johansson si trova accidentalmente impelagata in un losco giro di droga. Scoppiettante thriller fantazionistico, molto intrattenente, spiattellato sulla bella faccia di Scarlett Johansson che mostra ancora una volta discretamente inoppugnabili qualità recitative oltre ad altri ancor più evidenti attributi.

Categorie
Recensioni

The Prestige

(2006) R: Christopher Nolan A: Christian Bale, Hugh Jackman, Scarlett Johansson, Michael Caine. Bale e Jackman sono due due maghi londinesi vittoriani che si sfidano ogni sera a colpi di prestigi. Interpreti davvero magici danno luce a un film scuro e ossessivo. Nolan ci sa fare, senza trucco e senza inganno. Dal romanzo omonimo di Christopher Priest.

Categorie
Recensioni

Vicky Cristina Barcelona

(2008) R: Woody Allen A: Rebecca Hall, Scarlett Johansson, Javier Bardem, Penelope Cruz. Allen mescola abilmente personaggi suadenti a scenari da cartolina per raccontare il rapporto bizzarro tra un affascinante pittore spagnolo (Bardem), la sua ex moglie e due turiste americane. Cast eccellente, Cruz su tutti nel ruolo della ex moglie, premiata con l’Oscar.

Categorie
Recensioni

Una canzone per Bobby Long

(2004) R: Shainee Gabel A: Scarlett Johansson, John Travolta, Gabriel Macht. Dopo la morte della mamma, Pursy (Johansson) torna a New Orleans ma in casa sua ora abitano due loschi individui (Travolta/Macht). Lercio fino al poetico, una favola alcolica vera e profonda. Il cast è coinvolto e coinvolgente.

Categorie
Recensioni

Lost in Translation – L’amore tradotto

(2003) R: Sofia Coppola A: Bill Murray, Scarlett Johansson, Giovanni Ribisi. Due americani, un attore hollywoodiano (Murray) e la moglie di un fotografo (Johansson), si incontrano a Tokyo. Commedia garbata, intensa e malinconica, con punte di gran tenerezza e rischiarata da due performance luminescenti. Oscar alla Coppola per la miglior sceneggiatura originale.

Categorie
Recensioni

Match Point

(2005) R: Woody Allen A: Scarlett Johansson, Jonathan Rhys Meyers, Emily Mortimer. Tennista aspirante scalatore sociale si trova diviso fra due donne, una bionda una mora. Dramma sulle rette del thriller che intersecano una disamina tosta delle fatalità della vita e del rampantismo umano, con un cast totalmente adeguato. Si vede che Allen, e questo è probabilmente il miglior Allen da CRIMINI E MISFATTI, quando non indugia nel virtuosismo verbale sa anche scavare in profondità.

Categorie
Recensioni

The Avengers

(2012) R: Joss Whedon A: Robert Downey Jr., Chris Evans, Scarlett Johansson, Chris Hemsworth, Mark Ruffalo. Un gruppo di supereroi uniti per salvare il pianeta Terra dal cattivo Loki. Basato sui fumetti della Marvel, lo spettacolare carrozzone ad azione integrale va avanti da sé in modo praticamente perfetto. Come scrisse qualcuno, un film a prova di critica, che ha cambiato radicalmente il business del cinema.

Categorie
Recensioni

Storia di un matrimonio

(2019) R: Noah Baumbach A: Scarlett Johansson, Adam Driver, Alan Alda. Dramma sulla fine di un matrimonio (“Storia di un divorzio” pareva brutto). Toccante, doloroso ma non vittimista, la Johansson per l’occasione più brava che bella e l’efficace Driver dirigono un’orchestra di attori strepitosi. Distribuzione Netflix.

Categorie
Recensioni

Lei

(2013) R: Spike Jonze A: Joaquin Phoenix, Scarlett Johansson, Amy Adams. Avveniristica storia d’amore fra uno scrittore baffuto e un sistema operativo. Il tema sono le relazioni umane e l’incomunicabilità tra le persone, la messinscena è un dramma di grande atmosfera. La Johansson sensuale anche quando doppia un computer, Phoenix è un attore che può fare tutto… e tutto bene! Oscar alla miglior sceneggiatura originale.