Categorie
Recensioni

Riso amaro

(1949) R: Giuseppe De Santis A: Vittorio Gassman, Doris Dowling, Silvana Mangano, Raf Vallone. Corteggiata sia dal rispettabile sergente Vallone che dal lestofante Gassman, la mondina Mangano sceglie il secondo rovinandosi la vita. Neorealistico ma non troppo, deliziosamente melodrammatico, esibisce una Silvana Mangano talmente sexy che bisogna guardarla attaccati al defibrillatore.

Categorie
Recensioni

Il tigre

(1967) R: Dino Risi A: Vittorio Gassman, Ann-Margret, Eleanor Parker, Fiorenzo Fiorentini. Quarantenne dirigente d’azienda prende una cotta per una giovane studentessa al punto da pensare di lasciare la famiglia per lei. Succosa commedia sul tradimento, Gassman è inarrestabile.

Categorie
Recensioni

L’armata Brancaleone

(1966) R: Mario Monicelli A: Vittorio Gassman, Catherine Spaak, Folco Lulli, Gian Maria Volonte. Brancaleone nobile decaduto si mette a capo di una banda di derelitti per raggiungere un feudo che in base a un documento rubato dovrebbe diventare suo. Superbamente recitato da Gassman nel ruolo del protagonista, costituisce un magistrale esempio di cinema popolare, esilarantissimo e dalle succose note buffonesche.

Categorie
Recensioni

Il deserto dei Tartari

(1976) R:  Valerio Zurlini A: Jacques Perrin, Vittorio Gassman, Giuliano Gemma, Helmut Griem, Jean-Louis Trintignant. Dal romanzo omonimo di Dino Buzzati, storia di un tenentino di un esercito imperiale che viene inviato in un avamposto dimenticato da Dio dove aspetterà di combattere contro i Tartari. Bel dramma sulla vita come attesa di qualcosa, apprezzabili le interpretazioni in splendidi spazi aperti dove risuonano le musiche suggestive del maestro Morricone. Vincitore di 2 David di Donatello: miglior film, miglior regia.

Categorie
Recensioni

Il mattatore

(1960) R: Dino Risi A: Vittorio Gassman, Dorian Gray, Anna Maria Ferrero, Mario Carotenuto. Aspirante attore (Gassman) grazie alle sue qualità mimiche diventa un genio della truffa. Commedia squisita che è anche un eccellente seminario sull’arte performativa tenuto da uno fra i più memorandi attori italiani di ogni tempo.

Categorie
Recensioni

La grande guerra

(1959) R: Mario Monicelli A:  Alberto Sordi, Vittorio Gassman, Bernard Blier, Folco Lulli. Due perdigiorno (Sordi/Gassman) durante il primo conflitto mondiale provano a imboscarsi ma finiscono al fronte. Eccellente sguardo sugli anni della guerra, perfettamente in equilibrio fra tragico e comico. Sordi/Gassman sono una coppia, è il caso di dire, esplosiva.

Categorie
Recensioni

In nome del popolo italiano

(1971) R: Dino Risi A: Ugo Tognazzi, Vittorio Gassman, Ely Galleani, Yvonne Furneaux. Il magistrato Tognazzi indaga su un omicidio per il quale è sospettato l’industriale Gassman. Caustica analisi della società italiana anni ’70, che passa attraverso la magistrale recitazione in combo di due portenti del nostro cinema.

Categorie
Recensioni

I mostri

(1963) R: Dino Risi A: Ugo Tognazzi, Vittorio Gassman, Lando Buzzanca. 20 esilaranti episodi mettono causticamente in mostra miti e contraddizioni della nostra società anni Sessanta. La commedia italiana in pillole, con Tognazzi/Gassman che dimostrano di essere una irresistibile coppia di fenomeni.

Categorie
Recensioni

Il sorpasso

(1962) R: Dino Risi A: Vittorio Gassman, Catherine Spaak, Jean-Louis Trintignant. Spavaldo playboy incontra un universitario e lo trascina con sé in incredibili avventure. Coinvolgente e ben recitata commedia sociale, trae la sua massima efficacia oltre che dagli istrionismi del protagonista Gassman, anche dall’esibito storicismo e dalla baldanzosa rappresentazione della società italiana del miracolo economico.

Categorie
Recensioni

I soliti ignoti

(1958 R: Mario Monicelli A: Vittorio Gassman, Marcello Mastroianni, Renato Salvatori, Totò, Claudia Cardinale. Ladri da quattro soldi tentano di svaligiare la cassaforte del Monte di Pieta’. Ben congeniata, celebri battute, al cast ci sono i soliti noti, signore e signori… la commedia all’italiana!